Supermercati, dal 14 aprile nuovi orari e regole. Ma cambiano per Regione

Più facile fare la spesa dopo le nuove disposizioni contenute nel Dpcm 10 aprile del Governo Conte. Ma con nuove regole e differenze regionali

Oggi non è l’inizio della Fase 2, ma della 1-bis, che durerà fino al 3 maggio: novità importanti, che ci fanno lentamente riavvicinare alla normalità, anche se diversa da quella a cui eravamo abituati prima.

Cosa riapre il 14 aprile

Come previsto dal Dpcm 10 aprile, riaprono in quasi tutta Italia librerie, cartolerie e negozi d’abbigliamento per l’infanzia. Ripartono, inoltre, le attività forestali, l’industria del legno e la produzione di computer. E non è escluso che la prossima settimana possano riaprire i battenti anche altri settori dell’industria, come quello della moda, dell’auto o della metallurgia, anche se il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha frenato parlando di “ipotesi premature”.

La mappa cui ci troviamo di fronte, tuttavia, è decisamente a macchia di leopardo. Alcune Regioni hanno deciso di prorogare il lockdown; in altre, molti negozianti, pur avendone la possibilità, hanno scelto di non riaprire per una questione di sicurezza.

Novità per i supermercati: nuove regole e orari

Una grande novità è quella che riguarda i supermercati. Il Governo Conte ha stabilito per decreto l’ampliamento delle fasce orarie per gli esercizi commerciali, tutti, compresi quindi i supermercati, per evitare situazioni di affollamento e possibili rischi di contagio.

Restano valide le regole precedenti, e cioè ingressi contingentati con distanza di almeno un metro fra le persone, spesa fatta da un solo componente della famiglia, utilizzo dei guanti e file distanziati. Ma sono previste anche nuove regole sugli ingressi nei locali in base alle loro dimensioni.

Ecco le nuove regole introdotte dal Dpcm:

  • uso della mascherina e dei guanti per fare la spesa
  • mascherine obbligatorie per i dipendenti
  • presenza di gel disinfettante vicino alle casse e vicino ai sistemi di pagamento
  • pulizia da effettuare due volte al giorno
  • ingresso uno alla volta nei negozi piccoli (entro i 40 metri quadri, solo un cliente per volta con due operatori al massimo)
  • dove possibile realizzare percorsi differenti per le entrate e per le uscite.

Differenze Regione per Regione

Non tutte le Regioni, però seguiranno le disposizioni indicate dal Governo. Nella provincia di Milano, per esempio, i punti vendita della catena Carrefour saranno aperti dalle 7.30 alle 22 dal lunedì al sabato e dalle 8.30 alle 15 la domenica.

Nella Regione Lazio è stata invece confermata la chiusura alle 19 dal lunedì al sabato e alle 15 la domenica. In Emilia-Romagna si prevede la riapertura dei supermercati la domenica, mentre in Veneto viene confermata la chiusura la domenica e i giorni festivi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Supermercati, dal 14 aprile nuovi orari e regole. Ma cambiano per Regi...