Serve il super green pass al bar? Occhio alle eccezioni

Dal 6 dicembre fino al 15 gennaio, anche in zona bianca, si deve avere il super green pass, o rafforzato, per molti luoghi. E i bar? Quali regole valgono?

Come previsto dal decreto Covid 26 novembre, dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio, anche in zona bianca, cambiano un po’ di cose.

Dove è obbligatorio il super green pass

Si deve avere il green pass “rafforzato”, cioè un green pass di vaccinazione o di guarigione, anche ribattezzato super green pass, per accedere a:

  • spettacoli
  • eventi sportivi
  • bar e ristoranti al chiuso
  • feste e discoteche
  • cerimonie pubbliche.

Chi possiede già un green pass per vaccinazione o guarigione non deve scaricare una nuova Certificazione. Sarà l’App VerificaC19 a riconoscerne la validità, senza che la persona debba fare nulla.

Per sapere come funziona e come fare a scaricare il super green pass potete cliccare qui.

In zona gialla o arancione, già dal 29 novembre, chi possiede un green pass rafforzato può accedere ad attività e servizi che altrimenti sarebbero limitati o sospesi. Nella finestra temporale che va dal 29 novembre al 5 dicembre in zona gialla e arancione i controlli possono essere effettuati sul green pass cartaceo.

Dove è obbligatorio il green pass base

Resta anche in vigore il green pass “base”, cioè quello ottenibile solo con tampone Covid negativo, che però viene anche esteso a nuovi ambiti. Ora, l’obbligo di certificato verde “base” viene esteso ad alcune attività cui prima si poteva accedere liberamente:

  • alberghi
  • spogliatoi per l’attività sportiva
  • treni regionali e interregionali
  • trasporto pubblico locale (bus, metro e tram).

Green pass al bar: le regole

Una domanda che in molti di voi state ponendo in questi giorni a QuiFinanza è se il super green pass, o il green pass base, servano anche per entrare in un bar.

Iniziamo a sgomberare il campo da ogni dubbio chiarendo che per i bar, se si sta in piedi al banco o all’aperto, non cambia nulla: al bar si può continuare a consumare al banco, in piedi e velocemente, senza bisogno del super green pass o del green pass base. Ma attenzione: questa regola vale solo in zona bianca e gialla.

Per le consumazioni rapide al banco non serve dunque la certificazione in queste due fasce di colore, mentre in zona arancione serve il super green pass.

Stesso discorso anche per sedersi ai tavoli all’aperto: non sono necessari né il super green pass né il green pass base, perché si è all’aperto e opportunamente distanziati, in zona bianca e gialla. Mentre in zona arancione è obbligatorio il super green pass.

Per consumare invece seduti al tavolo al chiuso d’ora in avanti è richiesto, anche in zona bianca e gialla, il super green pass, almeno fino al 15 gennaio 2022, data di scadenza del decreto 26 novembre.

Green pass in albergo

E nei ristoranti all’interno degli alberghi quale regola vige? Qui le cose cambiano: mentre prima si poteva mangiare al ristorante dell’hotel anche senza green pass (purché il ristorante fosse limitato internamente ai clienti dell’albergo e non aperto anche all’esterno), ora scatta l’obbligo di green pass base anche qui.

Dunque, chi non è vaccinato, non è guarito o non ha fatto un tampone non può più soggiornare in albergo né usufruire dell’eventuale ristorante annesso.

Vi rimandiamo a questa pagina per tutte le novità introdotte dal nuovo decreto Covid.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Serve il super green pass al bar? Occhio alle eccezioni