Lo stato di emergenza sarà prorogato anche nel 2022?

In cosa consiste lo stato di emergenza e quando finisce, le prossime mosse di Mario Draghi

“La fine della pandemia è finalmente in vista”. Le parole di ottimismo arrivano dal presidente del Consiglio Mario Draghi in collegamento con il summit B20 dello scorso 8 ottobre. “Abbiamo somministrato più di 6 miliardi di dosi di vaccini in tutto il mondo. I nostri sforzi congiunti ci hanno aiutato a tenere sotto controllo la pandemia in molti Paesi”, ha continuato l’inquilino di palazzo Chigi.

Le affermazioni del premier arrivano come un commento a margine per spiegare la motivazioni dell’ultimo provvedimento del Consiglio dei Ministri, sorprendentemente “aperturista” nei confronti di cinema, teatri, luoghi dello spettacolo e discoteche – qui tutti i dettagli. Decisioni, quelle dell’esecutivo riunito a Palazzo Chigi, suffragate dai numeri del contagio in calo e che da lunedì porteranno a una Italia tutta in zona bianca, Sicilia compresa – qui invece i dati sui contagi tra i vaccinati in ospedale.

Di fronte a questo stato di cose è lecito chiedersi: quando terminerà lo stato di emergenza proclamato il 31 gennaio 2020 dall’allora capo del governo giallorosso Giuseppe Conte?

Che cosa è e perché viene proclamato lo stato di emergenza

In caso di proclamazione dello stato di emergenza, la Protezione Civile e il governo entrano in possesso di poteri straordinari. Tra le altre cose, l’esecutivo può effettuare alcuni interventi speciali con ordinanze in deroga alle disposizioni di legge, tra le quali figurano i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) e le ordinanze ministeriali.

Grazie allo stato di emergenza, il governo può inoltre limitare gli ingressi da alcuni paesi e imporre limitazioni alla mobilità aerea, ma restano attuali i vincoli costituzionali dai quali non si può mai prescindere neanche in caso di contingenze straordinarie.

Quando finirà o verrà prorogato lo stato di emergenza

Il riferimento normativo è un decreto legge numero 1 del 2008, anche conosciuto come Codice della Protezione Civile. “La durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi”, si legge all’interno del documento.

Conti alla mano, lo stato di emergenza in Italia, già prorogato in passato, potrebbe durare al massimo fino al 31 gennaio 2022. Un modo di prolungare la vita a questo regime straordinario però esisterebbe: indicare una nuova emergenza dopo quella coronavirus. Ad esempio, il governo potrebbe puntare il dito sulle varianti del Covid e dire che esse rappresentano un’emergenza inedita, diversa da quella che ha reso necessaria la proclamazione dell’attuale stato di emergenza già rinnovato.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lo stato di emergenza sarà prorogato anche nel 2022?