Spostamenti a Natale: cosa scrivere nell’autocertificazione per non sbagliare

Quali sono i campi da compilare della autocertificazione nel caso di controlli per spostamenti durante le Feste

Arriva la Vigilia di Natale e scatta il primo giorno in zona rossa per le festività in tutta Italia. Secondo le regole anti-Covid stabilite per decreto, non si potrà uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute e necessità, rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione e poche altre eccezioni. In ogni caso bisognerà giustificare i propri spostamenti, soprattutto se compiuti durante il coprifuoco dalle 22 alle 5, compilando l’autocertificazione per evitare le multe dai 400 ai mille euro. Ecco cosa scrivere.

Spostamenti a Natale: in quali casi compilare l’autocertificazione

Nei giorni in zona rossa stabiliti nel Decreto cosiddetto di Natale, dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio, e dal 5 al 6 gennaio, le deroghe principali agli spostamenti sono previste in due casi:

  • fare visita a casa di amici e parenti nel numero massimo due persone, senza limitazioni per figli di età minore di 14 anni, persone con disabilità o non autosufficienti a carico.
  • muoversi tra piccoli comuni con popolazione fino a 5mila abitanti, nel raggio di 30 chilometri, eccetto i capoluoghi di provincia

In particolare si potranno raggiungere i propri cari nelle loro abitazioni fuori dai limiti del coprifuoco dalle 22 alle 5, esclusivamente diretti verso una sola casa e una volta soltanto nell’arco della giornata.

Spostamenti a Natale: cosa scrivere nell’autocertificazione

Se venissero fermati dalle forze dell’ordine durante un controllo, le due persone invitate, nell’autocertificazione che avranno già con sé o che verrà eventualmente fornita dagli agenti, dovranno compilare quindi i campi corrispondenti con:

  • le proprie generalità (nome, cognome, indirizzo, estremi del documento di riconoscimento, telefono)
  • il motivo dello spostamento (“Visita da parenti”; “Visita da amici” …)
  • data e firma autografa

Sarà necessario inoltre indicare l’indirizzo di partenza e quello di destinazione proprio per permettere alle forze dell’ordine di effettuare le dovute verifiche.

Non sarà però necessario scrivere nel modulo di autocertificazione nome e cognome della o delle persone dell’abitazione che si sta raggiungendo.

Nel caso in cui ci si sta recando a far visita a parenti e amici, ad esempio per il pranzo di Natale, nel modulo si dovrà indicare la dichiarazione relativa alle deroghe previste dal decreto, nella dicitura: “Altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio.”

Durante la zona rossa, sarà inoltre consentito fare attività motoria nei pressi della propria abitazione, andare a messa e nei negozi di beni essenziali. Anche queste attività rientrano negli “Altri motivi ammessi…”.

>>> Scarica qui l’autocertificazione per le feste di Natale <<<

Spostamenti a Natale: i giorni in zona arancione

Durante i giorni in zona arancione dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio, sarà invece vietato uscire dal proprio comune, fatti salvi motivi di lavoro, salute, comprovata necessità e urgenza. In quei casi si dovranno indicare gli appositi campi nell’autocertificazione.

Ma le deroghe valgono anche in questi giorni: una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, tra le 5 e le 22, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione.

Ed è inoltre possibile per chi vive in un Comune fino a 5mila abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro i 30 km dal confine del proprio Comune, quindi eventualmente anche in un’altra Regione, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spostamenti a Natale: cosa scrivere nell’autocertificazione per ...