Scuole elementari in classe fino al 30 giugno? E medie e superiori?

Il governo Draghi punta molto sulla scuola, tanto da tenerla aperta fino al 30 giugno per le elementari: cosa succederà invece a medie e superiori?

Nel suo primo discorso al Senato da presidente del Consiglio, Mario Draghi ha sottolineato l’importanza della scuola e la necessità di dover fare di tutto per garantire agli alunni la didattica in presenza. Ha quindi aperto alla possibilità di una riformulazione dell’anno, ma senza prendere una decisione definitiva. Tra le ipotesi che circolano, quella che vedrebbe gli studenti più piccoli in classe anche a giugno. E medie e superiori?

Scuole elementari in classe fino al 30 giugno? E medie e superiori?

Far recuperare la socialità agli alunni delle elementari è uno dei punti su cui insiste il nuovo ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. Loro, quindi, potrebbero andare a scuola fino al 30 giugno. Per quanto riguarda le medie e le superiori, invece, la situazione è diversa.

Gli esami di maturità inizieranno il 16 giugno, in presenza, e questa data esclude l’ipotesi di un allungamento del calendario, almeno per gli studenti dell’ultimo anno. La decisione ufficiale, che coinvolgerebbe quelli delle classi inferiori, non è stata ancora presa. Per questo motivo resta in piedi l’ipotesi dei corsi di recupero. Resta il fatto che l’eventuale prolungamento dell’anno scolastico è una scelta che spetta alle Regioni.

Scuole in classe fino a giugno, cosa ne pensano di sindacati

Tra i primi a esprimersi sulla possibilità di apertura delle classi fino al 30 giugno, la Cisl Scuola. Il sindacato di categoria si è detto favorevole all’estensione delle lezioni delle elementari per tutto il mese di giugno, a patto di prevedere attività ludiche e di recupero, ma soprattutto di varare protocolli adeguati soprattutto per scongiurare il pericolo delle varianti.

Favorevole all’apertura delle elementari fino al 30 giugno anche l’Associazione nazionale presidi. Diversi insegnanti avrebbero segnalato che soprattutto i bambini di seconda elementari, all’inizio dell’anno scolastico, avrebbero palesato grosse difficoltà a leggere e scrivere, avendo fatto il secondo quadrimestre della prima elementare in Dad.

Scuola, come saranno gli esami di maturità e terza media

Ma come saranno gli esami di maturità e di terza media? Una nota del ministero dell’Istruzione ha chiarito come si svolgeranno:

  • esame di maturità: sarà in una forma semplificata, niente scritti: solo colloquio orale. Si partirà il 16 giugno e il maxi-orale inizierà con la discussione di un elaborato (un testo o un progetto multimediale), il cui argomento dovrebbe essere assegnato entro la fine di aprile;
  • esame di terza media: ci sarà una prova orale, la formula sarà simile a quella prevista per la maturità. Si partirà da un elaborato presentato dagli studenti su cui poi i professori si esprimeranno in decimi. L’argomento, assegnato entro maggio, sarà deciso dagli studenti col supporto dei professori.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuole elementari in classe fino al 30 giugno? E medie e superiori?