Scuola, bonus per l’acquisto di giornali e riviste: come funziona e come fare richiesta

Il Miur mette a disposizione delle scuole due contributi fino al 90% per l'acquisto di abbonamenti a giornali e riviste

La lettura dei giornali in classe può essere un momento di confronto importante per gli alunni, spesso sottovalutato, per comprendere meglio e commentare i fatti dell’attualità. In attesa del rientro a pieno regime degli studenti a scuola, lo Stato mette a disposizione degli istituti un “bonus giornali“.

Scuola, bonus per l’acquisto di giornali e riviste: i requisiti

Fino al 10 marzo le scuole di ogni ordine e grado, sia statali sia paritarie, potranno presentare domanda e richiedere un contributo, per una copertura massima del 90 per cento delle spese, per l’acquisto giornali.

Non solo per quanto riguarda le sottoscrizioni a quotidiani cartacei, ma per uno o più abbonamenti a “periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale“.

La possibilità della richiesta di copertura di parte del canone, non comprende, un solo contributo per la carta stampata. Come stabilito dai decreti del Capo del Dipartimento del Miur del 29 dicembre 2020, un secondo bonus, sempre fino al 90 per cento, è previsto per “l’acquisto di uno o più abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale, a favore delle istituzioni scolastiche, statali e paritarie, che adottano programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi”.

Secondo le disposizioni del ministro dell’Istruzione questa seconda misura rientra esclusivamente “nell’ambito dei Piani per l’offerta formativa rivolti agli studenti che frequentano la scuola secondaria di primo grado” e coinvolge quegli istituti tra le 8.074 scuole statali e le 3.607 paritarie, potenzialmente tutte le 11.654, che ne faranno richiesta.

Scuola, bonus per l’acquisto di giornali e riviste: come fare richiesta

Già a partire dal 10 febbraio 2021, fino al 10 marzo 2021, è possibile compilare il modulo di rendicontazione e inviare la richiesta di accesso ai contributi.

Per presentare la domanda dei due bonus, il personale interessato dovrà fare accesso all’aera SIDI sul sito del Miur e dovrà seguire le istruzioni operative ricevute dalle amministrazioni scolastiche dalla Direzione Generale per lo Studente.

Nello specifico, il procedimento da seguire per fare richiesta del contributo è il seguente:

  • Accedere con le proprie credenziali.
  • Cliccare su gestione finanziario contabile.
  • Cliccare su Monitoraggio e rendicontazione e selezionare il profilo.
  • Cliccando sulla voce Contributo Editoria presente nel menu di sinistra

La domanda dei bonus fa riferimento a due bandi differenti, nei quali sono contenuti i requisiti di ammissione, i termini, le modalità di presentazione della domanda e di erogazione dei contributi:

1. bando 2020 comma 389 aperto a tutte le istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni grado;
2. bando 2020 comma 390 aperto alle sole scuole secondarie di primo grado statali e paritarie.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, bonus per l’acquisto di giornali e riviste: come funzion...