Effetto green-pass in tutta Italia: dopo l’obbligo, nelle regioni è corsa al vaccino

Piemonte, Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, ma anche Lazio e Lombardia: "È assalto alla diligenza"

A volte è bastato soltanto ventilare l’obbligo di green pass (che poi è arrivato davvero: per bar, ristoranti, palestre, cinema, stadi – qui tutti i dettagli) per far impennare le prenotazioni agli hub, scatenando quello che il presidente leghista della regione Veneto Luca Zaia ha definito “assalto alla diligenza”. Ma il trend si è decisamente rafforzato dopo la conferenza di Mario Draghi di ieri 22 luglio 2021 (qui cosa ha detto il presidente del Consiglio). Dopo le parole del premier sulle restrizioni, nel Lazio è andato in tilt il sito per fissare un appuntamento e ricevere l’immunizzazione.

Lombardia e Lazio: picco di prenotazioni e piattaforma offline

In Lombardia era bastato l’innalzamento della curva dei contagi, in altre parole, l’effetto-Delta, per scatenare la corsa ai centri vaccinali. Giovedì 22 luglio il record: circa 49mila prenotazioni, contro le 28.368 del giorno precedente. Nella prima parte del mese, le richieste di appuntamento si erano mantenute intorno a quota 15mila.

Nel Lazio, le prenotazioni sono state 12 volte superiori e la piattaforma della regione è risultata inaccessibile. Il punto di svolta è stata la conferenza di Mario Draghi di ieri 22 luglio, con cui il presidente del Consiglio ha confermato l’obbligatorietà del green pass. Da 6-7mila prenotazioni ogni 24 ore, si è schizzati alla cifra monstre di 55mila.

Quanto sono salite le prenotazioni in Piemonte, Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna

In Piemonte le decisioni del Consiglio dei Ministri hanno avuto “l’effetto di raddoppiare le richieste per le vaccinazioni: ogni ora, sul nostro portale, registriamo il doppio delle adesioni rispetto alle media dei giorni precedenti”. Con queste parole il governatore della regione Alberto Cirio ha commentato gli ultimi dati.

Impennate anche in Abruzzo – 800 prenotazioni in più su base giornaliera – e in Campania: “La media era nelle ultime settimane di 4-5mila adesioni al giorno. Ma già ieri c’è stato un boom con la giornata che si è chiusa con 10mila nuove adesioni. Oggi intorno alle 15:30 c’erano già 8mila nuovi prenotati”. Lo ha detto Massimo Bisogno, dell’Unità di Crisi regionale.

Non dissimile la situazione in Emilia Romagna: dal 19 al 23 luglio, le Asl hanno registrato 77mila nuove prenotazioni. Insomma, sembra esserci stato anche in Italia l’effetto-Francia, che aveva visto le nuove misure, decise da Macron – con cui peraltro quelle italiane sono in linea – far aumentare l’afflusso ai centri per le vaccinazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Effetto green-pass in tutta Italia: dopo l’obbligo, nelle region...