Covid, approvato il piano vaccini: le dosi disponibili regione per regione

Poco meno di 2 milioni di dosi a disposizione dopo l'ok dell'Ema, atteso il 21 dicembre: la Campania, però, ha già contestato la distribuzione delle fiale

I primi italiani riceveranno il vaccino antiCovid entro la fine del 2020, subito dopo Natale, ammesso che il 21 dicembre l’Ema dia il via libera al farmaco di Pfizer. Il piano vaccini del nostro Paese comunque è pronto, l’attesa formale per l’ufficialità è legata alla presentazione durante la Conferenza Stato-Regioni.

Piano vaccini approvato, quando inizia e cosa prevede

La campagna di vaccinazione in Italia partirà con le prime 1.833.975 dosi di vaccino anti-Covid 19, che Pfizer invierà alle regioni. Si attende la definizione del numero di persone alle quali somministrare il vaccino nel giorno simbolico, un V-Day, lo stesso in tutta Europa, prima della fine dell’anno.

A 2021 iniziato, invece, sarà avviata la prima sessione della vaccinazione di massa, destinata alle categorie che governo e parlamento hanno definito prioritarie: operatori sanitari e sociosanitari, personale operante nei presidi ospedaliero, ospiti e personale delle Rsa“.

Sarà consegnato il 90% delle dosi richieste perché è stato stimato che non si vaccinerà il 100% del personale sanitario previsto (secondo un sondaggio tra gli italiani ‘comuni’, invece, 8 su 10 sarebbero disposti a vaccinarsi una volta disponibile il farmaco).

Da adesso medici, infermieri e assistenti sanitari che vogliono contribuire all’attuazione del piano di somministrazione dei vaccini anti-Covid, potranno inviare la loro candidatura per via telematica al sito https://personalevaccini.invitalia.it/

Durante la fase di registrazione serviranno la scansione del documento d’identità, il codice fiscale, la scansione dell’eventuale permesso di soggiorno, il titolo di studio (con data ed ente di rilascio), l’anno di abilitazione, i dati identificativi dell’albo professionale a cui si è iscritti e il curriculum vitae in formato europeo.

Piano vaccini, le prime dosi regione per regione

Le prime 1.833.975 dosi saranno distribuite in tutte Italia, ripartite come segue tra le regioni:

  • Lombardia 304.955
  • Emilia-Romagna 183.138
  • Lazio 179.818
  • Piemonte 170.995
  • Veneto 164.278
  • Campania 135.890
  • Sicilia 129.047
  • Toscana 116.240
  • Puglia 94.525
  • Liguria 60.142
  • Calabria 53.131
  • Friuli Venezia Giulia 50.094
  • Marche 37.872
  • Sardegna 33.801
  • PA Bolzano 27.521
  • Abruzzo 25.480
  • Basilicata 19.455
  • PA Trento 18.659
  • Umbria 16.308
  • Molise 9.294
  • Valle d’Aosta 3.334

La Campania, intanto, ha già manifestato la sua contrarietà nei confronti di un piano di attribuzione dei vaccini per la prima fase, non commisurato a criteri oggettivi di fabbisogno. La proposta del governatore Vincenzo De Luca è che inizialmente si tenga conto della popolazione di ogni regione. Proposta, però, respinta dal governo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, approvato il piano vaccini: le dosi disponibili regione per reg...