Perché tutti parlano dello scontro tra Galli e Sallusti sulle scuole

Serrato botta e risposta tra l'esperto e il giornalista, entrambi ospiti da Lilli Gruber, sul via libera alle lezioni dopo Pasqua previsto dal dpcm

Massimo Galli non è d’accordo con alcune delle disposizioni previste dall’ultimo dpcm firmato dal presidente del Consiglio Mario Draghi. E parte in diretta una discussione animata con Alessandro Sallusti. Il professore ordinario di Malattie Infettive all’Università Statale di Milano e primario all’Ospedale Sacco di Milano è ospite a Otto e Mezzo insieme al direttore del Giornale. Alla domanda della conduttrice della trasmissione, Lilli Gruber, giornalista anche lei, che chiede all’esperto se sia d’accordo con l’ultimo dpcm, Galli risponde con il suo solito stile, insomma senza troppi giri di parole.

Riapertura delle scuole: l’opinione di Galli sull’ultimo dpcm

“Lo condividerei se non ci fosse stata quell’alzata di ingegno della riapertura delle scuole – risponde Galli – proprio nel momento in cui anche gli irriducibili francesi, in una situazione simile alla nostra, decidono di chiudere. Loro chiudono, noi apriamo. Evviva la coerenza, evviva l’attenzione ai problemi”, sottolinea il docente con una vena polemica molto scoperta. “Siamo in un continuo tira e molla, in tutto questo le nuove varianti ringraziano”, conclude.

Il disaccordo di Sallusti sul ritorno a scuola dopo Pasqua

Sallusti, collegato come l’altro ospite da casa via webcam, sottolinea il suo essere in disaccordo: “Riaprire significa ridare fiato alle famiglie, che non ce la fanno proprio più”, dice. E subito dopo: “Non scuotere la testa”, un’affermazione all’indirizzo di Galli che, come evidente agli spettatori, grazie allo split screen del doppio collegamento, manifesta visibilmente la propria opinione contraria.

Galli e Sallusti, polemica sulla riapertura delle scuole a Otto e Mezzo

“Al virus non interessa di chi lavora – risponde l’esperto – queste varianti si diffondono con grande facilità anche nei bambini piccoli, che finiscono, purtroppo, per rappresentare un serbatoio fino a che non abbiamo in sicurezza i settantenni e i sessantacinquenni – precisa il docente – mi dispiace il problema è tecnico e se lo dico in maniera concitata è perché sono preoccupato”.

Tra i due evidentemente non corre esattamente buon sangue e probabilmente non è questa la prima polemica alla quale hanno dato vita. “Ormai io e lei siamo la strana coppia”, dice infatti Galli non appena volano le prime scintille.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché tutti parlano dello scontro tra Galli e Sallusti sulle scuole