Pedaggi autostrade 2021: cosa ne sarà degli aumenti nel prossimo anno

Nel decreto Milleproroghe del Governo anche le tariffe pedaggi autostradali 2021: cosa è stato deciso

Procedono spediti i lavori del Governo, impegnato a fronteggiare l’emergenza Covid e ad approvare il testo definitivo della Legge di Bilancio 2021. Prima della Manovra, però, è tempo di proroghe ed emendamenti, come quelli relativi agli aumenti dei pedaggi autostradali del prossimo anno, per i quali sembrerebbe prevalere l’intenzione di un blocco delle tariffe nel 2021.

Pedaggi autostrade, il Parlamento rimanda l’adeguamento

È iniziata la discussione relativa alla bozza del decreto Milleproroghe, testo che solitamente viene approvato dal Parlamento entro la fine dell’anno e che – come il nome stesso suggerisce – ha come scopo quello di prorogare alcune delle scadenze più importanti dell’anno.

Tra queste, come accennato sopra, anche quella relativa all’adeguamento delle tariffe autostradali che, salvo diversa disposizione, avrebbe prodotto i suoi effetti a partire da gennaio 2021 (ovvero tra qualche settimana).

L’adeguamento, va specificato, non avrebbe necessariamente comportato un aumento di tutti pedaggi autostradali, ma solo per alcune tratte.

Pedaggi autostradali, fino a quanto è stato disposto il blocco delle tariffe

Se il testo del decreto Milleproroghe venisse approvato senza alcuna modifica, salvo emendamenti che andrebbero ad interessare le autostrade in particolare, l’aumento dei pedaggi (o adeguamento che dir si voglia) subirebbe uno stop con l’arrivo del nuovo anno. Nello specifico, il Governo avrebbe deciso di imporre un blocco delle tariffe dei pedaggi autostradali – si legge – “non oltre il 31 luglio 2021”.

Una buona notizia quindi per i viaggiatori e per chi è abituato a spostarsi abitualmente: a meno che non vengano disposte modifiche alla bozza a tal proposito, i prezzi al casello delle autostrade dovrebbero rimanere invariati, con nuove possibili tariffe a partire dal 1° agosto 2021.

La notizia ha trovato d’accordo il Codacons, soprattutto in vista delle difficoltà con cui gli italiani hanno dovuto fare i conti a causa dell’emergenza Coronavirus.

“Lo stop all’aumento dei pedaggi è una buona notizia per i consumatori – ha spiegato il Presidente Carlo Rienzi -. La situazione del 2020, con i vari lockdown nazionali e regionali, ha di fatto impedito ad una consistente fetta di popolazione di utilizzare la rete autostradale, pertanto un rincaro delle tariffe autostradali a partire dal 2021, quando ancora non si conosce se e in che modo i cittadini potranno tornare a spostarsi, sarebbe stato del tutto ingiustificato”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pedaggi autostrade 2021: cosa ne sarà degli aumenti nel prossimo anno