Si può andare a un matrimonio con una sola dose di vaccino?

La campagna vaccinale prosegue a vele spiegate e la stagione dei matrimoni è alle porte: si può andare al ricevimento con una sola dose di vaccino, ma devono passare alcuni giorni. Ecco quanti

La campagna vaccinale prosegue a vele spiegate e la stagione dei matrimoni è alle porte: si può andare al ricevimento con una sola dose di vaccino? La risposta è sì, ma dipende da quando è previsto il ricevimento e dalla data della somministrazione. Lo stabilisce il decreto del 18 maggio firmato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.

Pass vaccinale, al matrimonio dopo una dose: cosa dice il decreto

Il decreto legge numero 65 del 18 maggio è uno dei tanti pubblicati nell’ultimo anno e mezzo riguardanti le ‘Misure urgenti relative all’emergenza epidemiologica da Covid-19’. L’articolo 14 è dedicato al pass vaccinale rilasciato dopo una sola dose. Tipologia che, implicitamente, si rivolge soprattutto agli invitati dei matrimoni e dei ricevimenti in generale.

Sulla Gazzetta ufficiale è infatti riportato che la certificazione verde Covid-19 (ossia il pass vaccinale o green pass) è rilasciata ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52 e ha validità di nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale.

Viene rilasciata anche contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino, ma non è immediatamente attiva. Ha validità dal 15° giorno successivo alla somministrazione fino alla data prevista
per il completamento del ciclo vaccinale.

Questo vuol dire che se un matrimonio è in programma, per esempio, il 25 giugno, la prima dose di vaccino deve essere inoculata entro e non oltre il 10 giugno. In caso contrario è necessario il tampone negativo (o dimostrare di essere guariti dal Covid). Calcolo confermato da diverse strutture che ospitano i ricevimenti, cui gli sposi devono consegnare la documentazione di tutti gli invitati per i controlli epidemiologici del caso.

Pass vaccinale, al matrimonio con una dose di Johnson & Johnson: si può?

L’eccezione riguarda i vaccinati con Johnson & Johnson. Il prodotto di Janssen, infatti, prevede una sola somministrazione che, una volta ricevuta, considera completato il ciclo vaccinale. Questo vuol dire che per un matrimonio fissato il 25 giugno, basterà ricevere il richiamo anche il giorno prima: la presenza è garantita. Discorso analogo per chi riceve la seconda dose di un altro vaccino. Una volta completato il ciclo, infatti, il green pass è immediatamente attivo e non si devono fare calcoli per poter partecipare al matrimonio.

Da segnalare il caso del Veneto. Il governatore, Luca Zaia, ha annunciato che tutti gli over 60 potranno recarsi senza appuntamento, con accesso diretto, in qualsiasi centro vaccinale: avranno diritto ad avere la vaccinazione con Johnson & Johnson, che è appunto monodose. Una misura pensata proprio per gli invitati ai matrimoni, in attesa di vaccino.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Si può andare a un matrimonio con una sola dose di vaccino?