Stretta su seconde case, droni, checkpoint: tutte le misure per la Pasqua blindata

Emesse decine di ordinanze in queste ore per scoraggiare gli italiani dal violare i divieti a Pasqua e Pasquetta. Lamorgese promette più controlli

Supermarket chiusi, checkpoint, droni per controllare gli spostamenti delle persone, chiese serrate e celebrazioni in streaming. Sono diverse le misure messe in campo per evitare che Pasqua e Pasquetta, complici le temperature primaverili, invoglino gli italiani a violare il divieto di uscire di casa, salvo che per ragioni di assoluta necessità.

Il rischio sarebbe, naturalmente, una nuova impennata dei contagi e una conseguente compromissione della “fase due”. Per questo, nelle ultime ore autorità ed enti locali stanno emettendo decine di ordinanze per scoraggiare violazioni e annunciando controlli severi e misure straordinarie.

Supermercati chiusi

In diverse Regioni, tra cui Lazio, Sicilia, Abruzzo, Sardegna, Molise, ma anche Campania e Puglia, i supermercati resteranno chiusi domenica e lunedì per evitare code e affollamenti. La stessa sorte è prevista per negozi e farmacie.

Droni

Per evitare “fughe” verso seconde abitazioni e case di vacanza, in diverse città italiane, come Firenze, Torino e Venezia, verranno utilizzati droni per controllare gli spostamenti delle persone. A seconda delle località, saranno i Carabinieri o la Polizia municipale a gestire il controllo delle “telecamere aeree”.

Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha annunciato in particolare “un dispiegamento straordinario delle forze dell’ordine per bloccare gli arrivi da extra Regione, di chi sconsideratamente volesse aprire la sua seconda casa. È una cosa vietata per legge e gravemente sanzionata”, ha affermato. Quindi, ha aggiunto: “Abbiamo predisposto un piano di controlli straordinari per Pasqua a cui oltre alla polizia parteciperanno i sindaci e la Protezione civile per evitare ogni tentazione”.

Checkpoint

Annunciati anche posti di blocco diffusi, che si concentreranno in particolare nelle località turistiche, ma anche in prossimità di sentieri di montagna, porti e caselli autostradali. Previsti inoltre presidi nelle stazioni d’Italia, con particolare attenzione agli orari di transito dei treni.

Controlli più severi delle forze dell’ordine

“Anche a Pasqua dobbiamo rimanere tutti a casa per il nostro bene e dei nostri cari, e per consentire all’Italia di ripartire il prima possibile”, ha detto la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, al Corriere della Sera.

“Ce la faremo, ma non si può abbassare la guardia adesso con atteggiamenti irresponsabili. Sarebbe un peccato vanificare, proprio ora che s’intravede un po’ di luce, l’immane sforzo compiuto dall’intera Nazione, a partire dal personale sanitario che ha già pagato un tributo altissimo”. Per questo, la titolare del Viminale ha annunciato  che “i controlli delle Forze di polizia sono stati rafforzati”, e che chi violerà i divieti senza poter dimostrare ragioni di assoluta necessità sarà sanzionato.

Messe e cerimonie religiose in streaming

Niente messe in Chiesa per i Cattolici, che potranno seguire le celebrazioni solo in tv o online. La tradizionale Via Crucis al Colosseo del Venerdì Santo, rigorosamente “senza concorso del popolo”, si svolgerà invece sul sagrato della Basilica di San Pietro.

Sabato, la Veglia non vedrà la preparazione del cero pasquale e l’accensione dei lumini da parte dei fedeli. Domenica, nella messa celebrata dal Pontefice non ci sarà il rito del “Resurrexit”. Diverse parrocchie in giro per l’Italia si stanno organizzando per trasmettere le messe in streaming sui social network.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stretta su seconde case, droni, checkpoint: tutte le misure per la Pas...