Lazio zona gialla, scatta la nuova ordinanza: cosa cambia

Il Lazio chiude negozi e centri commerciali dalle 21, e prevede nuove eccezioni sulle aperture festive

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, ha firmato una nuova ordinanza che prevede la chiusura alle 21.00 delle attività commerciali, al dettaglio e all’ingrosso, compresi i supermercati. La misura si applica a giorni feriali, prefestivi e festivi, ed è pensata per garantire il rientro a casa entro le 22 del personale, in linea con la riduzione degli orari dei mezzi pubblici.

Nuova ordinanza nel Lazio: cosa cambia per negozi, bar e ristoranti

La nuova ordinanza del Lazio, attualmente zona gialla, non si applica alle farmacie, che sono considerate servizio pubblico, e a bar e ristoranti. In quanto pubblici esercizi potranno effettuare le attività di vendita attraverso l’asporto fino alle 22, come previsto dal Dpcm. Il documento fa anche chiarezza sulle aperture di alcune tipologie di negozi di ampia metratura.

  • Nessuna attività, al dettaglio e all’ingrosso, può proseguire la vendita al pubblico oltre le 21.
  • Rimango aperte nei giorni festivi e prefestivi le attività commerciali all’ingrosso, purché l’accesso e la vendita siano garantiti esclusivamente ai titolari di partita Iva.
  • Rimangono aperte nei giorni festivi e prefestivi le attività commerciali degli autosaloni e le aziende florovivaistiche, dunque fiorai, serre e vivai.
  • Tutte le attività commerciali sono tenute a garantire sorveglianza per il rispetto del distanziamento e il divieto di assembramento. Gli ingressi devono essere contigentati e devono essere rispettate le misure di sicurezza e prevenzione.

Nuova ordinanza nel Lazio: multa salata per chi non la rispetta

Il mancato rispetto delle misure previste dalla nuova ordinanza della Regione Lazio riguardo la chiusura dei negozi, prevedono il pagamento di una multa da 400 a 3 mila euro e una sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.

Ordinanza nel Lazio: perché è stato deciso di chiudere i negozi alle 21

“Lo scopo di questi atti è quello di limitare occasioni di assembramento, nei posti maggiormente frequentati proprio nei fine settimana, senza però danneggiare la fondamentale attività commerciale”, fa sapere la Regione Lazio. “Un ringraziamento va a tutti i cittadini per gli sforzi che stanno compiendo e per l’aiuto che ci stanno offrendo, in modo assai responsabile e spesso compiendo autentici sacrifici, per combattere la pandemia”.

“Nel Lazio la situazione è ancora sotto controllo, ma l’attenzione di noi tutti deve restare altissima. Perché questo virus è subdolo e possiamo sconfiggerlo solo restando uniti e utilizzando lo strumento quotidiano e indispensabile della prevenzione”, si legge ancora nel comunicato stampa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lazio zona gialla, scatta la nuova ordinanza: cosa cambia