Nuovo Dpcm, altre restrizioni in arrivo: cosa può cambiare dal 16 gennaio

Dal 16 gennaio sono previste nuove restrizioni, assai diverse da quelle viste sino a qui: la prossima settimana ci sarà un nuovo Dpcm

Per la prima volta dopo sei settimane l’Italia ha visto tornare sopra l’1 il valore dell’Rt di contagio medio calcolato nel Paese. Tutto questo nonostante le scuole siano chiuse e il sistema dei trasporti non sia stato quindi messo sotto stress. Per questa ragione, a partire dal 16 gennaio, l’atteso Dpcm potrebbe portare con sé diverse novità rispetto a quanto vissuto sin qui in termini di divieti e restrizioni.

Nuovo Dpcm, cosa può cambiare dal 16 gennaio nelle zone rosse, arancioni e gialle

L’Istituto superiore di sanità, nel suo ultimo monitoraggio relativo all’andamento della pandemia alla fine del 2020, ha lanciato l’allarme: nelle prossime settimane dovrebbe registrarsi un drammatico aumento dei contagi, e di conseguenza delle vittime, se non si adotteranno misure più stringenti.

Il governo, per evitare quindi un altro lockdown, avrebbe già deciso di accogliere il suggerimento dell’Iss aggiungendo nuove misure nel prossimo Dpcm, che sarà in vigore da sabato 16 gennaio. La novità principale riguarderà le zone gialle: saranno vietati gli spostamenti tra regioni indipendentemente dal colore, se non per motivi di lavoro, salute, urgenza. Non si potrà uscire dalla propria regione nemmeno per raggiungere eventuali seconde case oltre i confini.

Per quanto riguarda le zone arancioni, invece, dovrebbe essere concessa una deroga: chi abita nei comuni con massimo 5 mila abitanti potrà spostarsi, ma solo in un raggio di 30 chilometri e senza andare nei capoluoghi di provincia.

Nelle zone rosse, infine, due adulti (nessun limite per i minori di 14 anni) potranno visitare parenti e amici.

Nuovo Dpcm, altre restrizioni in arrivo: cosa può cambiare per bar, ristoranti, palestre e piscine

Per ciò che concerne bar e ristoranti, sembrerebbe confermata la decisione di farli chiudere alle 18, consentendo dopo quest’orario solo l’asporto di cibi e bevande oltre la consegna a domicilio. Le associazioni di categoria, comunque, si stanno battendo per cercare nuove soluzioni meno drammatiche dal punto di vista economico.

Si attendono anche le nuove linee guida per piscine e palestre, dato che il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, starebbe cercando un punto di incontro con il Comitato tecnico scientifico.

Nuovo Dpcm, quali saranno le misure confermate

Tanti cambiamenti possibili, ma un punti fermo. Nel prossimo Dpcm, infatti, dovrebbe comunque essere confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5, a prescindere dal colore della zona.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo Dpcm, altre restrizioni in arrivo: cosa può cambiare dal 16 gen...