Il nuovo Covid-19 viene dal Nord Italia: l’accusa del virologo tedesco

Il direttore dell'Istituto di microbiologia medica dell'Universitätsklinikum Halle Alexander Kekulé attacca l'Italia per non aver gestito l'epidemia arrivata dalla Cina

Sarebbe l’Italia la fonte della diffusione attuale del Covid-19 in tutto il mondo. A sostenerlo, il noto virologo tedesco Alexander Kekulé, direttore dell’Istituto di microbiologia medica dell’Universitätsklinikum Halle. “Il virus diffuso in tutto il mondo in questo momento non è il virus di Wuhan. È il virus del nord Italia”, ha detto all’emittente televisiva tedesca Zdf.

Il nuovo Covid-19 viene dal Nord Italia: la mutazione italiana

Secondo l’esperto, il 99,5 per cento di tutti i casi può essere fatto risalire ad una variante originaria delle Nord Italia. Il ceppo italiano si chiama mutante “G”, che ha mutazioni genetiche, ed è più contagioso della variante trovata a Wuhan, l’epicentro dell’epidemia di Covid-19 in Cina.

Il nuovo Covid-19 viene dal Nord Italia: l’accusa di Kekulé

“La differenza – ha detto Kekulé è che a Wuhan non sapevano di cosa si trattava, mentre nel nord Italia vi erano già state avvisaglie da parte di Pechino, ma queste sono state ignorate per molto tempo. In Cina, il virus originale è stato bloccato con una certa rapidità, cosa che sarebbe potuta avvenire anche da noi, bastava solo utilizzare i loro metodi che non sono stati presi in considerazione”.

Secondo il virologo sarebbe dunque da imputare all’Italia superficialità nella gestione dell’epidemia, per la mancanza di provvedimenti da attuare in modo da arginare in tempo il coronavirus originario in arrivo da Wuhan.

Ma alla domanda del giornalista della Zdf, se i cinesi abbiano ragione nel sostenere che gli europei siano responsabili dei contagi nel resto del mondo l’esperto risponde di no, “il virus si sarebbe diffuso in tutto il mondo in quel modo”.

“Nei primi giorni del 2020 – ha continuato – è esplosa un’epidemia non rilevata del virus originale per diverse settimane. Fino a quando non è stato scoperto a febbraio, il virus ha avuto abbastanza tempo per cambiare geneticamente. Ora è più contagioso della variante originale di Wuhan“.

Il direttore dell’Istituto di microbiologia tedesco ha messo in allerta, infine, sulle possibili conseguenze di un allentamento delle misure di distanziamento durante le Feste: “Se a Natale trasmettiamo le infezioni alle generazioni più anziane attraverso gli incontri familiari, può essere una catastrofe”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il nuovo Covid-19 viene dal Nord Italia: l’accusa del virologo t...