Cambia il codice della strada, dai parcheggi alle multe: le novità

Modifiche al Codice della strada previste dal Dl Infrastrutture che cambieranno le regole in auto ma anche sul monopattino

Nuovo Codice della strada in arrivo con modifiche su divieti, multe e anche sui monopattini. Tramite la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 10 novembre del Dl Infrastrutture, cambiano le regole da seguire in auto e non solo, con le relative sanzioni.

Cambia il codice della strada, dai parcheggi alle multe: le nuove regole

Il provvedimento stabilisce delle modifiche al complesso di norme che disciplinano la circolazione stradale (le avevamo anticipate qui).

Raddoppiano le multe per chi parcheggia in aree di sosta riservate a mezzi per il trasporto di persone con disabilità, in questo caso a partire dal 1 gennaio 2022: dalla fascia 84-335 euro attuali potrà arrivare a pagare da 168 euro fino a 672 euro e i punti persi sulla patente saranno tre volte di più, dai 2 di oggi a 6.

Sempre a partire dall’anno prossimo, i disabili che trovassero occupato il posto destinato a loro, potranno parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu.

Introdotti anche più parcheggi cosiddetti “rosa” che potranno essere usati da donne in gravidanza e da genitori con figli fino a due anni, in ogni caso dietro l’esibizione del rispettivo contrassegno (a proposito di auto, qui come ottenere il bollo gratuito).

Arrivano le novità anche per il conseguimento della patente, tra le quali il prolungamento da 6 mesi a un anno del foglio rosa e la possibilità di ripetere tre volte la prova pratica per l’esame per la categoria B (qui troverete tutte le nuove regole per i neopatentati).

Previsto inoltre un contributo fino a mille euro, e mai superiore al 50% delle spese sostenute, per gli under 35 che prendono la patente per lavorare come autotrasportatore. Per avere diritto al bonus si dovrà però presentare un contratto come conducente a tre mesi dal conseguimento.

Cambiano le regole per l’attraversamento sulle strisce: i conducenti devono dare la precedenza non solo ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento, ma anche a quelli che si stanno accingendo a effettuare l’attraversamento.

Vietata per strada la pubblicità offensiva o discriminatoria: il testo prevede il divieto sui cartelloni di qualsiasi contenuto sessista o violento e per i “messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso o dell’appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all’orientamento sessuale, all’identità di genere o alle abilità fisiche e psichiche”.

Cambia il codice della strada, dai parcheggi alle multe: smartphone alla guida

Il Codice della strada sarà aggiornato nella parte in cui si prevede la multa per chi alla guida utilizza “apparecchi radiotelefonici”, com’è scritto attualmente nel testo. La regola verrà adeguata con l’elenco di tutti i dispositivi vietati: “Smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante“.

Cambiano anche le sanzioni in moto in caso di passeggero senza casco: il conducente potrà essere multato anche se il viaggiatore privo di protezione dietro di lui è maggiorenne.

Multe in arrivo anche per chi commette infrazioni alla guida di auto a noleggio. Il Dl Infrastrutture chiarisce con la modifica all’articolo 196 del Codice della strada che sia il cliente della società che fornisce la macchina a pagare le sanzioni.

Cambia il codice della strada, dai parcheggi alle multe: le novità sui monopattini

Il casco non è obbligatorio sui monopattini, che invece si dovranno dotare di frecce, stop e freni. Nella regolamentazione dei mezzi elettrici a due ruote, carente finora nonostante la grande diffusione avuta negli ultimi anni in tutte le città italiane, vengono fissati i limiti di velocità: non potranno superare i 6 km/h quando circolano nelle aree pedonali e mantenere una marcia inferiore ai 20 km/h (non più a 25) nelle altre circostanze.

Le norme non chiariscono però dove i monopattini sono autorizzati a circolare. Esclusi i marciapiedi, dove non possono nemmeno essere lasciati, e oltre al divieto di andare contromano, i mezzi possono potenzialmente circolare anche su statali e provinciali, come le biciclette, ponendo un rischio per la sicurezza.

Obbligatoria l’assicurazione solo in caso di noleggio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cambia il codice della strada, dai parcheggi alle multe: le novità