Nuove zone arancioni e gialle: quali Regioni cambiano colore dopo il 4 dicembre

Il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà tre nuove ordinanze sulla base dei dati dell'ultima Cabina di regia su Covid-19 dell'Iss

Con l’arrivo del nuovo report settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (qui trovate quello della scorsa settimana) giungono anche importanti novità riguardo ai colori delle Regioni.

Differenziazione regionale per colori fino al 15 gennaio

Il premier Conte in conferenza stampa, presentando il nuovo Dpcm 3 dicembre, ha spiegato che la linea del Governo è quella di mantenere, anche nell’impianto del nuovo decreto, la suddivisione dell’Italia per zone.

La differenziazione di colore per Regione andrà quindi avanti almeno fino a venerdì 15 gennaio, data di scadenza del Dpcm, salvo ulteriori modifiche, e nonostante la probabilità che per Natale tutto lo Stivale sia colorato di giallo.

Il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà tre nuove ordinanze che sanciscono ufficialmente il passaggio di fascia per alcune Regioni.

Per poter essere promossi in una zona con misure meno restrittive è necessario il rispetto dei 21 parametri indicati dal ministero della Salute e dal Cts per almeno 14 giorni consecutivi.

I colori delle Regioni oggi

Ad oggi, dopo il Dpcm 3 novembre, sono tre le aree corrispondenti ad altrettanti scenari di rischio, per le quali sono previste specifiche misure restrittive.

In base alle ordinanze del ministro Speranza del 4, 10, 13, 19, 20, 24 e del 27 novembre, l’Italia è così suddivisa:

  • area gialla: Lazio, Liguria, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Sicilia, Veneto.
  • area arancione: Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria.
  • area rossa: Abruzzo, Campania, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta.

Quali Regioni diventano arancioni

Ma chi cambia colore? Stando agli attuali indici di contagio Rt, Campania, Toscana,, Val d’Aosta e Provincia autonoma di Bolzano passano da zona rossa ad arancione.

Lo prevede una delle tre ordinanze che il ministro Speranza firmerà sulla base dei dati della Cabina di regia su Covid-19 tenutasi oggi. Le ordinanze saranno in vigore dal 6 dicembre.

Quali Regioni diventano gialle

Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano invece da zona arancione a gialla, con allentamenti importanti delle restrizioni, soprattutto in merito a bar e ristoranti (qui trovate tutte le info su cosa si può fare e cosa no nelle Regioni gialle, e qui quali spostamenti sono ammessi e quali vietati).

Sono rinnovate, invece, le misure restrittive vigenti relative alle Regioni Abruzzo, che resta l’unica Regione in zona rossa, e Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte arancioni.

Piemonte e Lombardia

Anche il Piemonte diventerà comunque presto zona gialla, ma dovrà aspettare qualche giorno in più rispetto alle altre Regioni. Il governatore Alberto Cirio ha anticipato che la Regione cambierà colore domenica 13 dicembre.

Discorso a parte per la Lombardia, che, stando a quanto annunciato dal suo governatore Attilio Fontana, passerà a zona gialla venerdì 11 dicembre o sabato 12 dicembre, sempre che, naturalmente, i numeri dei contagi continuino a calare nei prossimi giorni com’è successo nelle ultime settimane.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuove zone arancioni e gialle: quali Regioni cambiano colore dopo il 4...