Natale ai tempi del Covid, Italia “a colori”: il calendario dei giorni rossi e arancioni

Il decreto Natale dispone per il periodo compreso tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 l’applicazione su tutto il territorio nazionale delle misure previste per le zone rosse e arancioni

Il decreto Natale varato dal Governo il 18 dicembre, come sappiamo, dispone per il periodo compreso tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 l’applicazione su tutto il territorio nazionale delle misure previste per le zone rosse e arancioni, ma con delle differenze a seconda dei giorni.

L’obiettivo è limitare il più possibile gli spostamenti e i contatti sociali, e scongiurare l’ipotesi che arrivi una terza ondata Covid ancora più forte della seconda, peraltro non ancora finita. Nel caso di un nuova ondata forte di contagi, il premier Conte ha già ipotizzato nuovi lockdown.

Italia a colori a Natale, i giorni

Ecco com’è “colorata” l’Italia durante le feste di Natale:

  • tutta Italia zona rossa nei giorni 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021;
  • tutta Italia zona arancione nei giorni 28, 29 e 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021.
Natale e Covid, il calendario dei giorni rossi e arancioni

Natale e Covid, il calendario dei giorni rossi e arancioni

Le regole degli spostamenti per andare da amici e parenti

La domanda che tutti si fanno è: durante le feste sarà consentito andare a trovare amici o parenti? E la risposta cambia in relazione ai giorni, al luogo di partenza e alla destinazione del proprio spostamento.

La regola generale è che dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sono vietati tutti gli spostamenti, anche per far visita ad amici o parenti, che comportino l’uscita dalla Regione in cui si vive o in cui si ha la residenza.

Inoltre, tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, le disposizioni in vigore prevedono che:

– nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio):

è possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano possono comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono;

– nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio:

è possibile spostarsi liberamente, fra le 5.00 e le 22.00, all’interno del proprio Comune: conseguentemente è possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali. Negli stessi giorni è consentito anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano possono anche qui comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono;

– sempre nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio:

è possibile, per chi vive in un Comune fino a 5mila abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune, quindi eventualmente anche in un’altra Regione, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia. Di conseguenza, è possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi orari e ambiti territoriali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Natale ai tempi del Covid, Italia “a colori”: il calendari...