Nuovo decreto di Natale, quando serve l’autocertificazione per muoversi

È possibile spostarsi anche nei giorni rossi e arancioni, ma solo in determinate circostanze e con il modulo di autodichiarazione compilato

Il premier Giuseppe Conte, spiegando le nuove misure previste dal decreto di Natale, che prevede una stretta per i giorni di festa, ha dichiarato che “un sistema liberaldemocratico non manda la Polizia in casa, a meno che non ci sia una flagranza di reato. Noi non entriamo nelle case degli italiani. Questo è un decreto concepito come forte limite alla circolazione. Si esce con l’autocertificazione“.

Decreto Natale: spostamenti tra regioni vietati dal 21 dicembre

Dal 21 dicembre scatta il divieto di spostarsi in diverse regioni e rimane in ogni caso valido il coprifuoco, che non permette gli spostamenti anche all’interno del proprio comune dalle 22 alle 5. In caso di motivi di salute, lavoro, necessità e urgenza, o per rientrare nella propria residenza, nel proprio domicilio o nella propria dimora abituale, è necessario avere con sé l’autodichiarazione compilata.

Decreto Natale, quando serve l’autocertificazione nei giorni rossi

A partire dal 24 dicembre e fino al 6 gennaio vige il nuovo decreto di Natale, che impone giorni in cui tutte le regioni cadranno in fascia rossa e altri in cui cadranno in fascia arancione. Nello specifico il 24, il 25, il 26, il 27, il 31 dicembre e, il 1, il 2, il 3, il 5 e il 6 gennaio si applicano a tutti i territori le misure previste dalla zona rossa.

Con il regime di lockdown a livello nazionale è possibile spostarsi anche all’interno dello stesso comune solo con l’autocertificazione e sempre solo per i motivi previsti dal modulo, compresa l’assistenza ad anziani e persone non autosufficienti. Sarà tuttavia possibile recarsi a messa per le festività e fare attività motoria, ma solo in solitudine.

>>> Scarica qui l’autocertificazione per le feste di Natale <<<

Decreto Natale, quando serve l’autocertificazione nei giorni arancioni

Il 28, il 29, il 30 dicembre e il 4 gennaio si applicano a tutto il territorio nazionale le limitazioni della zona arancione, con il divieto di uscire dal proprio comune se non per comprovati motivi di lavoro, salute, comprovata necessità e urgenza. Anche in questi casi è necessario utilizzare l’autocertificazione.

Natale in zona rossa: le due deroghe per gli spostamenti

Nel nuovo decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale sono previste due deroghe agli spostamenti.

  • Possibilità di invitare per pranzi e cene delle festività solo due congiunti non conviventi, con eventuali minori sotto i 14 anni o disabili a carico. Questi possono spostarsi “una sola volta al giorno” e “verso una sola abitazione”.
  • Possibilità di uscire dai confini dei piccoli comuni sotto i 5 mila abitanti e in un raggio di massimo 30 chilometri, ma non per recarsi in capoluoghi di Provincia.

Sul modulo di autodichiarazione è possibile motivare uno spostamento, oltre che per i motivi già citati, anche sbarrando la voce “altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio”, come in queste eccezioni previste dal decreto di Natale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo decreto di Natale, quando serve l’autocertificazione per m...