Mascherine anti-Covid: quali è meglio non usare in estate con l’arrivo del caldo

Con l'arrivo del caldo meglio scegliere con cura le mascherine da indossare

Afa e mascherina non sono proprio l’accoppiata vincente, eppure, i dispositivi di protezione individuale continuano ad essere obbligatori in molte occasioni e regioni. Con l’arrivo del caldo, però, ci sono delle mascherine anti-Covid che è meglio evitare di usare? Quali sono i modelli migliori e quelli che, invece, è consigliabile non indossare? A queste domande ha provato a dare una risposta l’infettivologo Matteo Bassetti, direttore della clinica Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova.

Mascherine, quali è meglio non usare con l’arrivo del caldo

Il parere dato da Matteo Bassetti si basa su uno studio pubblicato sull”International Journal of Environmental Research and Public Health, secondo cui – in estate – sarebbe meglio prediligere le mascherine chirurgiche.

Prevenzione e sicurezza, specie in questa fase, dipendono da noi e dai nostri comportamenti, forse per questo motivo molti continuano ad usare le mascherine Ffp2 per proteggersi dal Coronavirus (considerate appunto tra le più protettive). Queste ultime, come ha spiegato Bassetti, non sono però le più indicate in questo periodo, specie adesso che le temperature sono aumentate.

Come ha scritto l’infettivologo sulla sua pagina Facebook: “Le migliori mascherine da usarsi in questa fase, specie ora che è comparso il caldo, sono quelle chirurgiche e non le Ffp2. Queste ultime infatti, oltre a costare molto di più, aumentano molto la temperatura facciale, sono più scomode e hanno minor aderenza”.

Estate ai tempi del Coronavirus, Bassetti: meglio le mascherine chirurgiche

Salvo i casi in cui si entra a contatto con ambienti considerati ad alto rischio contagio, per le libere uscite e in qualsiasi altra occasione in cui è richiesto l’uso di sistemi di protezione individuale, in estate è meglio ricorrere all’utilizzo delle mascherine chirurgiche.

“Per strada vedo ancora troppa gente con le Ffp2 perché pensano siano migliori. Lasciamole agli operatori sanitari e continuiamo ad usare, quando servono, le mascherine chirurgiche”, ha scritto infatti Bassetti.

Fastidi dovuti alla cattiva respirazione o all’aumento della temperatura (corporea ed esterna), inoltre, potrebbero spingere ad uno scorretto della mascherina, abbassandola e togliendola più volte solo per prendere un po’ d’aria. Attenendosi alle nuove linee guida OMS, quindi, si possono evitare episodi sgradevoli legati al caldo, l’afa e lo stress, continuando comunque a proteggersi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mascherine anti-Covid: quali è meglio non usare in estate con l&#8217...