Mascherine all’aperto ancora obbligatorie in Campania: a quanto ammonta la multa

Multa salata per chi non rispetta le regole in Campania, dove rimane obbligatorio indossare la mascherina all'aperto in alcuni luoghi precisi ed è vietato consumare alcolici dalle 22 alle 6

Cade in tutta Italia il 28 giugno l’obbligo di usare la mascherina all’aperto. Lo ha deciso il ministro della Salute Roberto Speranza con un’ordinanza firmata il 22 giugno 2021. I dispositivi di protezione individuale dovranno comunque essere tenuti a portata di mano davanti al rischio di assembramento. Una regione tuttavia va controcorrente rispetto a quanto deciso a livello nazionale.

Mascherine all’aperto ancora obbligatorie in Campania: l’ordinanza

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha infatti emanato il 25 giugno 2021 un’ordinanza regionale, la numero 19, in cui impone l’uso della mascherina all’esterno in ogni luogo non isolato.

Nel documento si fa specifico riferimento ai centri urbani, alle piazze, ai lungomari, a file davanti alle attività commerciali e ai locali, mercati e fiere, nonché negli spazi aperti del trasporto pubblico come traghetti, battelli e navi.

In Campania sarà dunque obbligatorio usare la mascherina in tutte queste situazioni. Nell’ordinanza viene fatta raccomandazione ai Comuni e alle autorità competenti di intensificare i controlli nelle zone e durante gli orari della “movida“.

Campania, stretta sulla movida con la nuova ordinanza di De Luca

Vincenzo De Luca ha anche imposto una stretta che riguarda la vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione e da parte di qualsiasi esercizio commerciale, dai bar ai supermercati passando per chioschi e distributori automatici, dalle 22 fino alle 6.

Nella stessa fascia oraria è anche vietato il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi tipo e gradazione nelle aree pubbliche all’aperto, compresi gli spazi davanti ai locali, le piazze e i parchi comunali.

Dalle 22 è consentito il consumo di alcolici in bar, “baretti”, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante e ristorazione solo seduti al bancone o ai tavoli.

Nell’ordinanza firmata da Vincenzo De Luca è inoltre fatto esplicito divieto di assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico dalle 22 alle 6.

Campania, multe salate per chi non usa la mascherina all’aperto

Contravvenire alle nuove norme in Campania può costare, in base a quanto stabilito dai decreti legge 19 e 33 del 2020 e dalle successive modifiche, integrazioni e conversioni in legge, una sanzione amministrativa molto salata.

La multa per chi non indossa la mascherina all’aperto nelle circostanze previste dall’ordinanza di Vincenzo De Luca ammonta a cifre che vanno dai 400 euro ai 1.000.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mascherine all’aperto ancora obbligatorie in Campania: a quanto ...