Maie-Italia 23, cos’è il nuovo gruppo del Senato che sostiene Conte

In Senato è nato il gruppo Maie-Italia 23: cosa significa, chi sostiene e chi l'ha creato

Il ritiro dal governo delle ministre Teresa Bellanova ed Elena Bonetti da parte di Italia Viva, il partito guidato da Matteo Renzi, ha di fatto dato il via a una crisi di governo in piena emergenza Covid. Gli scenari aperti sono ancora diversi, tra questi c’è il tentativo di salvare la tenuta dell’esecutivo attraverso quelli che sono stati definiti “costruttori“, ossia un gruppo di senatori provenienti da diversi gruppi politici per darne vita a uno nuovo che possa sostituire i 18 ‘uscenti’ di Italia Viva. Alla Camera dei deputati, invece, il problema della maggioranza non c’è. Un primo gruppo di sostegno è già nato ed è stato chiamato Maie-Italia 23.

Maie-Italia23, chi c’è nel nuovo gruppo del Senato che sostiene Conte

‘Maie-Italia 23’ è nato venerdì 15 gennaio. L’annuncio è stato fatto dal senatore Ricardo Merlo, che ha spiegato che la sua funzione sarà quella di costruire uno spazio politico che abbia come punto di riferimento l’attuale premier, Giuseppe Conte.

Nei fatti, la componente Maie, già esistente a Palazzo Madama, ha cambiato denominazione. Ricardo Merlo è il sottosegretario agli Esteri e ha invitato a far parte del nuovo gruppo tutti i senatori “interessati a costruire e a lavorare da qui alla fine della legislatura per il bene del Paese e degli italiani”.

Al momento i senatori di Maie-Italia 23 sono quattro: oltre a Merlo, anche Saverio De Bonis (ex M5S, oggi nel Misto), Raffaele Fantetti (presidente dell’associazione Italia 2023) e Adriano Cario (ex Usei). Ci sono contatti in corso con esponenti di Italia Viva, Forza Italia e del gruppo misto.

Cos’è il gruppo Maie

Maie-Italia 23 è nata dalla fusione tra il gruppo Maie e l’associazione Italia 2023 presieduta da Raffaele Fantetti. Maie è l’acronimo di Movimento associativo italiani all’estero, un partito politico fondato nel 2007 a tutela dei connazionali residenti fuori dal Paese. Fino alla nuova denominazione deteneva 3 seggi alla Camera e 4 in Parlamento.

In passato hanno votato la fiducia al governo di Matteo Renzi, ma non a quello di Paolo Gentiloni. Nel 2018 e nel 2019 hanno votato la fiducia al governo Conte e al governo Conte-bis.

La curiosità è che l’associazione Italia 2023, ad oggi una sorta di contenitore per agevolare nuovi ingressi nel neonato gruppo al Senato, è stata costituita a dicembre 2020. Stando al suo statuto, si propone come libera associazione di esperti dedella società civile impegnato nell’analisi e nella soluzione di problemi complessi, specie in campo politico-economico. “Ci siamo dati tre anni di tempo – è scritto sul sito – per disegnare e proporre, settore per settore, l’Italia che vorremmo nel 2023”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Maie-Italia 23, cos’è il nuovo gruppo del Senato che sostiene C...