Lombardia, partenza da incubo: sistema di prenotazione vaccino già in tilt per colpa degli sms

Un giorno storico per la Regione più duramente colpita dalla pandemia, che ha aperto alle prenotazioni del vaccino anti-Covid per gli over 80. Ma il debutto è stato un disastro

Potrebbe essere considerato un giorno storico questo lunedì 15 febbraio, visto che la Regione più duramente colpita dalla pandemia ha aperto proprio oggi alle prenotazioni del vaccino anti-Covid. O meglio, alle pre-adesioni, come succede già in alcune altre Regioni (qui trovate tutte le info su come funziona). Peccato che il debutto sia stato tutto da dimenticare.

Cos’è successo al sistema di prenotazione della Regione Lombardia

Rallentamenti, disservizi, sito in tilt. Un esordio sfortunato per il sistema di pre-registrazione messo a punto dalla Regione Lombardia per gli over 80 (compresi tutti i nati nel 1941). Il motivo, spiegano dal Pirellone, è un blocco dell’invio di sms di risposta da parte di Tim, a cui è stato chiesto di risolvere il problema.

Dopo la prima fase di registrazione sul portare dedicato alle pre-adesioni alla vaccinazione per gli over 80, viene infatti inviato un messaggio sul numero di telefono indicato con un codice di sicurezza che deve essere inserito sul portale per finalizzare la richiesta. Ma se l’sms non arriva in tempo, scade il tempo per concludere la registrazione: si perde tutto, bisogna rimettersi in coda.

Il sistema è stato aperto alle 13. Alle 14,45 erano state completate 9399 attraverso il portale, 1.141 in farmacia e 79 attraverso i medici di famiglia. In coda online c’erano invece ben 114.900 persone. Chi è riuscito faticosamente a passare, ma poi non ha ricevuto l’sms di conferma, si è visto bypassare da qualcosa come 100mila persone in pochi secondi.

Per ore nessuna comunicazione ufficiale, a parte la neoassessora al Welfare lombardo, Letizia Moratti, che appena prima aveva rassicurato i cittadini dicendo “le persone devono stare serene. Tutti gli over 80 saranno vaccinati. Non c’è da aver fretta” (qui la guida e le date Regione per Regione).

Colpa di Tim?

Dall’assessorato al Welfare a un certo punto hanno spiegato che non era il portale ad essere andato in tilt, ma i problemi di rallentamento erano dovuti al fatto che “Tim non riesce a inviare gli sms di risposta”. Colpa dell’operatore telefonico e non del sistema informatico della Regione, dunque?

Alle migliaia di lombardi che hanno tentato invano di registrarsi e che hanno preso d’assalto Twitter con denunce e lamentele poco importa. A fine giornata, le adesioni online superavano quota 137mila, a cui vanno aggiunte 5.628 prenotazioni in farmacia e 514 dai medici di base.

Tim è al lavoro per ripristinare il servizio. Se il problema restasse, potreste provare ad inserire nel sistema, una volta iniziata la registrazione al portale, il numero fisso (sempre che ne abbiate uno) anziché il cellulare, perché in questo caso non viene richiesto ovviamente l’SMS e verrete richiamati.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lombardia, partenza da incubo: sistema di prenotazione vaccino già in...