Dal 28 giugno tutta Italia zona bianca: mascherina all’aperto ancora obbligatoria in questi casi

A partire da lunedì 28 giugno per tutte le regioni italiane scatta lo stop all'obbligo della mascherina all'aperto. Ma ecco quando e come resta obbligatoria

Tutta Italia zona bianca. A partire da lunedì 28 giugno per tutte le regioni italiane scatta un ulteriore allentamento delle misure, con lo stop all’obbligo della mascherina all’aperto, ma con importanti eccezioni.

Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 25 giugno, ha firmato infatti una nuova ordinanza che dispone il passaggio della Regione Valle d’Aosta in area bianca, unica Regione a trovarsi ancora in fascia gialla.

Zona bianca, ma rischio focolai per variante Delta

Un risultato che Speranza definisce “incoraggiante”, ma servono ancora “cautela e prudenza, soprattutto alla luce delle nuove varianti”, perché “la battaglia non è ancora vinta”. Cresce infatti la preoccupazione di virologi ed esperti per la variante Delta del Covid, con la prospettiva di zone rosse locali per arginare eventuali focolai.

Tanto che l’ipotesi potrebbe essere quella di anticipare il richiamo, per immunizzare più italiani possibili prima della partenza per le vacanze, assicurando loro adeguata copertura anche contro il ceppo indiano, molto più contagioso ma in grado di essere bloccato dal vaccino (qui i dati su chi colpisce maggiormente e le previsioni entro fine estate).

Con tutta Italia che sarà in zona bianca, 1 italiano su 4 che ha completato il ciclo vaccinale e più della metà dei cittadini che ha ricevuto almeno una dose, togliere la mascherina all’aperto è un passaggio che il sottosegretario alla Salute Andrea Costa definisce “necessario e non più rinviabile”. Resta però il dato, preoccupante, di ben 2,7 milioni di over 60 che non si sono ancora vaccinati, nemmeno con la prima dose.

Quando continua ad essere obbligatoria la mascherina

La mascherina all’aperto resta comunque obbligatoria in caso di assembramento e fortemente raccomandata per i soggetti fragili e immunodepressi e coloro che stanno loro accanto.

Le persone devono comunque tutte sempre portare con sé una mascherina in modo da poterla indossare ogni qualvolta si creino condizioni di assembramento.

Resta l’obbligo di indossare la mascherina su tutti i mezzi pubblici, così come continuano a dover essere rispettate le disposizioni e i protocolli stabiliti per l’esercizio in sicurezza delle attività economiche, produttive e ricreative. Prosegue l’obbligo anche sempre negli ambienti sanitari (ambulatori medici, studi dentistici, ecc.) secondo i protocolli in essere.

Resta infine l’obbligo anche quando si entra nei negozi e nei centri commerciali e nei locali pubblici. Nei bar e nei ristoranti va indossata quando non si sta seduti al tavolo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dal 28 giugno tutta Italia zona bianca: mascherina all’aperto an...