Italia, le province con più reati nel 2021. E quelle più sicure

Una classifica dei reati che ci dice anche se complessivamente l'Italia sta diventando un Paese più sicuro

Il Sole 24 Ore ha messo insieme i numeri comunicati da tutte le forze di polizia riguardanti i reati commessi in Italia nei primi sei mesi del 2021. Nello specifico, si è trattato dei numeri di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Polizia Penitenziaria, Dia, Polizia Municipale, Polizia Provinciale e Guardia Costiera.

Quale tendenza pluriennale mettono in luce le informazioni raccolte dal quotidiano di Confindustria? Inoltre i dati sono stati suddivisi anche per provincia. Essendo 949.120 i reati commessi complessivamente nella prima metà del 2021 è quindi lecito chiedersi dove sono stati commessi più reati e dove meno. Ecco quindi una classifica delle province italiane più “sicure” e di quelle più “pericolose”.

Quali sono le province più sicure in Italia e quelle meno

Al primo posto c’è Milano. È il capoluogo lombardo la provincia in cui è stato commesso il maggior numero di reati da gennaio a giugno 2021. Nello specifico, si tratta di 4866,3 denunce ogni 100mila abitanti, un numero che, se così misurato, permette quindi di eliminare la variabile della dimensione abitativa, che può cambiare di provincia in provincia rendendo i dati non comparabili.

Lo stesso metro di misura è stato adoperato per Bologna, Rimini, Prato, Firenze, Torino, rispettivamente seconda, terza, quarta, quinta e sesta provincia italiana per numero di denunce. 4636,6 ogni 100mila abitanti, nel caso di Bologna, 4603,4 nel caso di Rimini, 4426,1 nel caso di Prato, 4277,3 nel caso di Firenze e 4232,6 nel caso di Torino. Quali sono invece le province più sicure?

L’ultimo posto nella classifica delle denunce, quindi il podio della classifica – sicurezza, spetta a Oristano, con “soli” 1654,3 reati ogni 100mila abitanti. Seguono Pordenone (1841,2 reati ogni 100mila abitanti), Benevento (1886,3), Treviso (1944,9), Cuneo (2006,8), Lodi (2016,0).

I reati in Italia aumentano o diminuiscono? Il trend nazionale

Va sottolineato che la tendenza generale è quella a una diminuzione dei reati in Italia, che si commettono sempre di meno, nonostante la percezione del pericolo non sempre segua lo stesso trend discendente. I 949.120 reati del primo semestre di quest’anno si confrontano con i 1.149.914 dei primi sei mesi del 2019, mentre un confronto con i primi sei mesi del 2020 risulterebbe fuorviante, dato il regime di lockdown che ha caratterizzato questo periodo.

Tra le classifiche nazionali e internazionali, quella di dove costa aprire di più un’impresa (qui) e di dove sono andati in vacanza gli italiani nel 2021 (qui).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italia, le province con più reati nel 2021. E quelle più sicure