Inps, quando smette di funzionare il codice Pin e come fare l’accesso al sito

Manca poco all'addio definitivo del codice Pin per entrare sul sito dell'Inps: ora è necessario dotarsi di Spid di livello 2, Cie o Cns

Già dal 1° ottobre 2020 l’Inps ha smesso di rilasciare nuovi codici Pin per usare i servizi online, in modo da favorire il passaggio a metodi di accesso al sito previsti dal Codice dell’Amministrazione digitale. L’Istituto, attraverso la circolare numero 95 del 2 luglio 2021, ha annunciato l’avvio di una campagna di comunicazione per informare tutti gli utenti di questo cambiamento e spiegare i dettagli della transizione.

Inps, quando smette di funzionare il codice Pin: dopo bisogna usare Spid, Cie e Cns

L’accesso al sito dell’Inps, e dunque al proprio profilo, alle richieste dei bonus e all’erogazione di altri servizi, non sarà più consentito attraverso il codice Pin a partire dal 1° settembre 2021.

Per questo l’Istituto previdenziale sta invitando tutti gli iscritti a passare agli altri sistemi, che offrono un maggior livello di sicurezza, e il vantaggio di utilizzare un sola identità digitale per interagire con la Pubblica amministrazione.

L’Inps consiglia, al fine di non interrompere gli adempimenti connessi all’attività lavorativa, di dotarsi di alternative al Pin già da agosto per tutti gli intermediari, i professionisti, le aziende e le associazioni di categoria.

Gli utenti già in possesso delle altre credenziali potrebbero non riuscire ad accedere tramite il Pin già a luglio e ad agosto 2021. Sono le tre le modalità di accesso che vanno a sostituire il codice alfanumerico.

  • Spid, ovvero sistema pubblico di identità digitale.
  • Carta d’identità elettronica.
  • Carta nazionale dei servizi.

Inps, come ottenere lo Spid di secondo livello per fare l’accesso al sito senza Pin

Lo Spid permette di accedere ai servizi online della Pubblica amministrazione e di soggetti privati aderenti attraverso un’unica identità digitale composta da nome utente e password, che può essere utilizzata dal computer, dal tablet e dallo smartphone.

Può essere richiesto a un identity provider, ovvero un gestore di servizi online, a scelta tra Aruba, Infocert, Intesa, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Register, Sielte e Tim.

Per ottenerlo bisogna dotarsi di un indirizzo email, un numero di telefono cellulare, un documento di identità valido (carta d’identità 3.0 senza la barra ottica sul retro, passaporto o patente di guida) e la tessera sanitaria con il codice fiscale.

Dopo aver inserito i dati anagrafici e aver creato le credenziali, è necessario procedere per il riconoscimento dell’identità. Bisogna ricordare che quello necessario per il sito dell’Inps è uno Spid di livello 2.

Prima dell’attivazione vera e propria dello Spid poi passa una finestra di tempo che varia in base ai diversi identity provider, ma generalmente è possibile utilizzarlo già dopo 10 o 20 minuti.

La creazione delle credenziali Spid è gratuita se fatta di persona in un centro servizi fisico, mentre ci possono essere dei costi per l’attivazione tramite webcam.

Inps, come fare l’accesso al sito con la Cie (carta di identità elettronica)

Per entrare nell’area My Inps è possibile utilizzare la carta di identità elettronica rilasciata dal Comune di residenza. Per l’accesso tramite Cie è necessario avere uno smartphone dotato di tecnologia Nfc.

Alla carta di identità elettronica deve prima essere associato un pin attraverso l’applicazione Cie Id oppure utilizzando un lettore di schede collegato al computer. Per ogni tentativo di log in sarà necessario inserire anche il codice Otp restituito dall’app per l’autenticazione a due fattori.

Inps, come fare l’accesso al sito con la Cns (carta nazionale dei servizi)

L’accesso tramite Cns avviene invece con la tessera sanitaria rilasciata dall’Agenzia delle Entrate. Per farla diventare una carta nazionale dei servizi occorre fare richiesta del pin presso l’ufficio regionale di competenza.

Una volta ottenuti i codici necessari, bisogna dotarsi di un lettore di smart card conforme allo standard internazionale e alle specifiche Ccid. Inserendo la Cns nel dispositivo e digitando il pin è possibile entrare accedere all’area riservata del sito dell’Inps.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inps, quando smette di funzionare il codice Pin e come fare l’ac...