ING denuncia sms e mail truffa che sfruttano il nome della banca: come riconoscerle e cosa fare

Una nuova truffa bancaria sta colpendo in questi giorni i clienti ING. Come riconoscerla e a cosa stare attenti

Sono tantissime le truffe che colpiscono ogni giorno gli italiani. Dopo quella che sfruttava il nome del premier Mario Draghi e presunti nuovi bonus, dopo quella della borsa Hermès, di Poste e dell’Inps, una nuova truffa bancaria sta colpendo in questi giorni i clienti ING. Il colosso olandese fa sapere che sta registrando frequenti tentativi di frode mirati a ottenere i codici personali dei clienti.

Frodatori sempre più specializzati utilizzano infatti email e sms che potrebbero sembrare inviati da ING, chiedendo urgentemente di accedere alla propria area riservata e, una volta in possesso dei codici personali, possono accedere agevolmente al conto corrente, effettuare operazioni e, potenzialmente, svuotarlo.

Ma vediamo nel dettaglio come funzionano le truffe.

Phishing via sms

La richiesta potrebbe arrivare via sms, anche sotto a sms veri precedenti inviati effettivamente dalla banca in passato.

Viene chiesto di cliccare sul link presente per disconoscere degli accessi al conto o per cancellare alcune operazioni sospette sulla carta.

Phishing via email

La richiesta può arrivare anche via email da un indirizzo che sembra quello di ING e un contenuto molto simile ai messaggi reali, per colori, riferimenti, sito ing.it e numeri telefonici.

Anche in questo caso viene chiesto di cliccare sul link per confermare o cancellare delle operazioni, oppure mettono in guardia rispetto a una presunta frode sulla propria carta di credito.

Sia nel caso degli sms che dell’email il link in realtà porta ad una pagina che sembra proprio quella di ING, dove viene chiesto il codice cliente, la data di nascita e il PIN.

ING precisa che non inserisce mai link a pagine che chiedono i codici di accesso personali.

Phishing via telefono

La richiesta potrebbe arrivare anche via telefono. Un operatore molto gentile potrebbe contattare i clienti ING per informarli di un tentativo di frode sulla carta, un problema tecnico di accesso o delle operazioni sospette.

Chiederà i codici di accesso per poter subito cancellare le operazioni e/o intervenire. Anche in questo caso ING non chiede mai i codici completi via telefono.

Se avete dei dubbi, il consiglio è di riagganciare e contattare il servizio clienti all’800 71.72.73 da cellulare e dall’estero allo 02 99 96 789.

Come riconoscere il vero sito ING

Come fare a riconoscere il sito ING vero e distinguerlo da una truffa? L’indirizzo della pagina (URL) inizia per https e non http.

Nella pagina ING compare poi l’icona di un lucchetto chiuso, nella barra degli indirizzi o nella barra di stato del browser.

Anche in questo caso non viene mai chiesto di inserire il codice cliente, il codice PIN completo, la data di nascita e il numero di cellulare nella stessa schermata.

Come riconoscere una vera mail ING

Come fare a riconoscere le mail ufficiali di ING? In quelle vere ci sono sempre:

  • nome
  • prima lettera del cognome
  • ultime 3 cifre del prodotto ING.

I link all’interno delle email non portano mai alla pagina di accesso all’area riservata. Inoltre, non chiedono mai i codici di sicurezza completi, PIN delle carte, numeri di telefono, risposte alle domande di sicurezza o altre informazioni personali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ING denuncia sms e mail truffa che sfruttano il nome della banca: come...