ING, conti bloccati e maxi addebiti: cosa sta succedendo e cosa fare

Mercoledì 1 settembre e fino alla mattina di giovedì 2 molti clienti ING si sono visti addebitare costi esorbitanti. Ecco perché

In molti state scrivendo in queste ore a QuiFinanza per capire cosa sta succedendo con i conti correnti online di ING Direct. Ve lo spieghiamo subito.

Mercoledì 1 settembre e fino alla mattina di giovedì 2 molti clienti ING si sono visti addebitare costi esorbitanti relativi a qualcosa di molto “strano”.  Un totale di 234 miliardi di euro di commissioni, per il servizio di alert, un servizio che in realtà costa pochi centesimi al mese, appena 20, e che prevede l’invio di un sms a conferma di ogni operazione effettuata tramite il proprio conto.

Cos’è successo ai conti ING Italia

Maxi addebiti che riportano valuta 31 agosto e come causale “addebito mensile alert”, che hanno seminato il panico tra i clienti. Sui social sono scattate subito le denunce per l’impossibilità di effettuare pagamenti da conti che risultavano in rosso. Addebiti con cifre record, che hanno come ovvio spaventato e fatto arrabbiare i correntisti.

Non solo: addebiti a parte, questo ha generato uno scoperto che ha di fatto bloccato i conti e le carte e creato disagi e danni a migliaia di utenti.

Un enorme spavento, perché i conti bloccati che comparivano in rosso hanno subito fatto pensare ai clienti a furti, attacchi hacker o altro che in qualche modo potesse aver svuotato il conto.

Attacco hacker? No, ecco la causa

Come confermato dalla stessa ING, non c’è stato alcun attacco hacker ai sistemi di ING. Si è trattato in realtà di uno spiacevolissimo “errore tecnico” che ora, assicurano da ING, sarebbe stato risolto. Dopo ore di lamentele e terrore che correva online, sono poi finalmente arrivate le scuse di ING:

“Confermiamo che alcuni clienti ieri sera hanno visualizzato sul proprio conto corrente un addebito eccessivo del servizio di sms alert che potrebbe avere causato loro alcuni disagi. Si è trattato di un errore tecnico e non di un attacco da parte di hacker. L’anomalia è stata risolta dai nostri tecnici in breve tempo e in tarda serata la situazione è totalmente rientrata. Tutti i clienti coinvolti stanno ricevendo da ING una comunicazione con le opportune scuse”.

Come avere il rimborso da ING

Attenzione però: se siete stati vittima di questo fastidioso disguido, e potete dimostrare di avere subito un danno a causa di questo problema – ad esempio non avete potuto pagare una bolletta o l’affitto – potete chiedere il risarcimento alla banca.

Come? Inviando un reclamo per iscritto all’Ufficio reclami ING, anche via email a ufficio.reclami@ing.com, che deve dare risposta entro 60 giorni dal ricevimento. Qualora non doveste ottenere nessuna risposta dalla banca, o ne arrivasse una con esito negativo che respinge la vostra richiesta, potete fare ricorso all’Abf, l’Arbitro Bancario e Finanziario.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ING, conti bloccati e maxi addebiti: cosa sta succedendo e cosa fare