Green pass per i trasporti: su quali mezzi pubblici è obbligatorio, per chi e da quando

Green pass obbligatorio anche per i mezzi pubblici? Sì, ma solo in alcuni casi

Green pass obbligatorio anche per i mezzi pubblici? Sì, ma solo in alcuni casi. Dopo lunghe trattative in senso al Governo, il Consiglio dei ministri ha deciso per una via soft. Nel decreto varato nella tarda serata del 5 agosto, il Cdm ha deciso importanti novità a partire dal 1° settembre 2021.

Scattano da allora infatti nuove norme per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici. Fondamentale, in questo senso, è la distinzione tra trasporti di medio-lunga percorrenza e trasporto pubblico a breve percorrenza. Unica eccezione riguarda gli aerei, per i quali non viene operata alcuna differenziazione.

Green pass obbligatorio: per quali mezzi pubblici

Dal primo giorno di settembre sarà assolutamente obbligatorio avere il green pass per poter accedere a questi mezzi di trasporto (qui trovate tutte le informazioni su come funziona la Certificazione verde Covid e come averla):

  • aerei
  • navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina;
  • treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità;
  • autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
  • autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.

Per quanto riguarda invece gli altri mezzi pubblici di trasporto, come bus cittadini, tram e metropolitane, non vige l’obbligo di green pass. Restano naturalmente sempre le regole anti contagio già in essere, e cioè obbligo di mascherina e di distanziamento.

Green pass obbligatorio trasporti: chi resta escluso

L’obbligo di green pass non si applica ai soggetti esclusi dalla campagna vaccinale per età (cioè coloro che hanno meno di 12 anni) e alle persone che, per motivi di salute e in base alle indicazioni del CTS-Comitato Tecnico Scientifico, non possono vaccinarsi.

Per i residenti nella Repubblica di San Marino che abbiano ricevuto già un ciclo vaccinale non si applicano le disposizioni relative al green pass fino al 15 ottobre. Per questa categoria, fa sapere il Governo, sarà adottata una circolare che disciplinerà un nuovo percorso vaccinale compatibile in coerenza con le indicazioni dell’Agenzia Europea per i medicinali.

Qui trovate tutte le info utili su come avere il green pass se avete fatto il vaccino all’estero o se siete stati positivi al Covid in un altro Paese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Green pass per i trasporti: su quali mezzi pubblici è obbligatorio, p...