Green pass a scuola e in università: per chi è obbligatorio e da quando

Nel nuovo decreto Covid del 5 agosto il Consiglio dei ministri ha stabilito l'obbligo di certificazione verde anche per la scuola. Ecco come e quando

Proprio alla vigilia dell’entrata in vigore del green pass in tutta Italia a partire da venerdì 6 agosto, nella serata del 5 arriva il via libera del Governo al nuovo decreto Covid che, tra le altre cose, allarga le maglie della certificazione verde. Due i settori coinvolti nello specifico: scuola e trasporti.

Il nuovo decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri introduce nuove misure per lo svolgimento in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie e dei trasporti a partire dal 1° settembre 2021.

Scuola in presenza per l’anno 2021-2022

Per quanto riguarda scuola e università, viene stabilito che per tutto questo anno scolastico 2021-2022, l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo e secondo grado e universitaria sarà svolta in presenza.

La misura resta derogabile esclusivamente in singole scuole o in quelle presenti in specifiche aree territoriali e con provvedimenti dei Presidenti delle Regioni, delle province autonome di Trento e Bolzano e dei sindaci, adottabili solo in zona arancione o rossa e in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione Covid.

Obbligo green pass a scuola e in università

In linea con quanto indicato dal Comitato tecnico-scientifico, vige per tutto il personale scolastico e universitario e per gli studenti universitari, che potranno essere sottoposti a controlli a campione, l’obbligo di green pass (qui tutte le info utili su come funziona).

Restano esclusi dall’obbligo gli studenti degli altri ordini e gradi, anche se appartenenti alle fasce vaccinabili: dunque, tutti gli studenti delle scuole medie che abbiano compiuto 12 anni e quelli delle superiori non dovranno avere il green pass per andare a scuola (qui trovate invece l’elenco completo dei luoghi in cui è obbligatorio dal 6 agosto).

La mancanza di green pass tra insegnanti e docenti viene considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal 5° giorno di assenza il rapporto di lavoro viene sospeso e non sono dovuti né la retribuzione né altro compenso.

Obbligo mascherine a scuola, con qualche eccezione

Continua, anche per quest’anno, a vigere l’obbligo di utilizzo delle mascherine, fatta eccezione per i bambini di età inferiore ai 6 anni, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, per i soggetti impegnati nelle attività sportive.

Le linee guida, si legge nel decreto, possono derogare all’obbligo di mascherina se alle attività partecipano solo studenti vaccinati o guariti. Anche le università possono derogare alle misure solo per le attività a cui partecipino esclusivamente studenti vaccinati o guariti.

Vietato inoltre entrare o restare a scuola per tutti coloro che manifestino una sintomatologia respiratoria o temperatura corporea oltre i 37,5°.

Si prevede inoltre una maggiore tutela legale per il personale scolastico e universitario a condizione che rispetti le norme del decreto e le misure stabilite dalle linee guida e dai protocolli.

Infine, nel decreto viene stabilito che il Commissario straordinario all’emergenza generale Francesco Paolo Figliuolo organizzerà e realizzerà un piano di screening degli studenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Green pass a scuola e in università: per chi è obbligatorio e da qua...