Il green pass è obbligatorio nei negozi?

Come stiamo vedendo in queste settimane, l'obbligo di green pass continua a cambiare. Le regole per i negozi, anche all'interno di centri commerciali

AGGIORNAMENTO: In seguito all’approvazione del nuovo decreto green pass del 16 settembre, l’obbligo di green pass viene esteso a tutti i i lavoratori – privati, pubblici e autonomi – e dunque anche a commessi e chiunque lavori in un negozio. Vi rimandiamo qui per la notizia aggiornata con tutte le nuove regole in vigore dal 15 ottobre.

Come stiamo vedendo in queste settimane, l’obbligo di green pass continua a cambiare, estendendosi via via a nuove categorie di persone e diventando imprescindibile per accedere e frequentare determinati luoghi.

Dov’è obbligatorio il green pass

Ad oggi, il passaporto Covid è assolutamente necessario per:

  • cerimonie civili e religiose
  • RSA
  • scuola e università
  • servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici
  • eventuali zone rosse e arancioni.

Green pass, quali regole nei negozi

Diversi lettori hanno scritto a QuiFinanza chiedendo spiegazioni in merito alle regole valide per i negozi. Iniziamo col dire che per i negozi non cambia nulla. Sia che si trovino in città sia all’interno di centri commerciali, per entrare in un negozio, qualunque esso sia, non è obbligatorio il certificato verde.

Restano invece in vigore le regole cui già eravamo abituati, e cioè contingentamento all’ingresso, obbligo di mascherina, di distanziamento. In alcuni negozi continua anche ad essere misurata la temperatura prima di entrare.

Green pass nei negozi, dove non serve

Non serve dunque il green pass per:

  • negozi di abbigliamento
  • negozi alimentari
  • negozi al dettaglio
  • negozi di parrucchieri e estetisti
  • negozi all’interno di centri commerciali (per le regole nei centri commerciali, dove vigono importanti eccezioni, vi rimandiamo qui).

Non serve neanche quindi nei maxi store quali – a mero titolo esemplificativo – Ikea, Unieuro, Mediaworld, Rinascente ecc.

Ricordiamo invece che per chi è sprovvisto di green pass nei luoghi in cui vige l’obbligo, a meno che rientri nelle categorie che ne sono esenti (qui l’elenco completo), le multe sono salate, sia per il cliente sprovvisto di green pass sia per gli esercenti (cifre e dettagli sulle sanzioni qui).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il green pass è obbligatorio nei negozi?