Green pass, cosa fare in caso di problemi

La procedura da seguire se non si riceve l'SMS con il codice alfanumerico che dà accesso al certificato

Si parla molto del green pass ultimamente. Questo perché, sull’esempio di quanto fatto in Francia dal presidente Macron, l’Italia sta per consentire l’ingresso in palestre, stadi, cinema, bar e ristoranti all’aperto soltanto a chi è munito della certificazione verde. Ma cosa succede se non si riceve l’ambito codice alfanumerico? Andiamo per ordine.

Cosa fare se non si è ricevuto il green pass

La prima cosa da fare è controllare con attenzione gli SMS che si sono ricevuti nei giorni della vaccinazione. È sempre possibile che quello recapitato dal ministero della Salute (mittente “Min Salute”) sia in qualche modo sfuggito di vista.

Tuttavia, molti hanno riportato problemi e hanno testimoniato, anche online, di aver aspettato l’ambito messaggio come Godot: alla fine non è mai arrivato. Si tratta soprattutto di una categoria specifica, per la quale, sembra, i problemi siano più frequenti: coloro che sono guariti dal Covid e hanno fatto la dose di vaccino dopo l’avvenuta guarigione.

Vale però la pena ricordare che il foglio consegnato dopo l’inoculazione, o consegnato dopo il tampone o la guarigione, fa le veci del green pass, ed sarà quindi possibile presentarlo quando si vuole entrare nei locali interni di bar e ristoranti. Ma se non si riceve l’SMS con il codice AUTHCODE, o, in alternativa, se non si riceve alcuna notifica sull’app IO, non tutto è finito. Altre opzioni sono percorribili per avere infine l’attestato di avvenuta vaccinazione che consente di muoversi in maggiore libertà.

Quale numero chiamare e a quale mail scrivere se si hanno problemi con il green pass

Innanzitutto è possibile chiamare il numero 1500, il numero di pubblica utilità sul Covid-19. Risponderà un operatore, al quale sarà possibile illustrare il tipo di problemi che si sono riscontrati. Con l’operatore si tenterà di trovare una soluzione.

Se non ci si vuole mettere in contatto con l’operatore, ma fare le cose con più calma, sarà pur sempre possibile inviare una mail. L’indirizzo è codice.dgc@sanita.it. Nel testo va indicato il codice fiscale del detentore del green pass, la data di avvenuta vaccinazione o quella in cui si è ricevuto il tampone negativo. Vale anche per chi ha il risultato del primo tampone dopo essere guarito dal Covid-19.

Per ulteriori informazioni, ecco cosa cambia a partire dalle misure anti-contagio che sfrutteranno la disponibilità del lasciapassare. Infine, ecco una guida per sapere come scaricare il green pass.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Green pass, cosa fare in caso di problemi