Green pass nei centri commerciali? Attenzione alle eccezioni

Green pass nei centri commerciali? Attenzione alle eccezioni

La Certificazione verde Covid è richiesta in Italia obbligatoriamente dal 6 agosto per entrare in tutta una serie di luoghi e partecipare a una serie di attività. E i centri commerciali?

La Certificazione verde Covid è richiesta in Italia obbligatoriamente dal 6 agosto per entrare in tutta una serie di luoghi e partecipare a una serie di attività.

Chi ne è sprovvisto, a meno che rientri nelle categorie che ne sono esenti (qui l'elenco completo), non può entrare né partecipare. In caso di violazione, le multe sono salate, sia per il cliente sprovvisto di green pass sia per gli esercenti (cifre e dettagli sulle sanzioni qui).

Dove e quando serve il green pass

In particolare, il green pass (qui tutti i modi per averlo) serve per partecipare a cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali (RSA) o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in zona arancione o rossa.

Ma anche, e anche in zona bianca, per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici. E nei centri commerciali? Come funziona?

Registrati a QuiFinanza per continuare a vedere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Green pass nei centri commerciali? Attenzione alle eccezioni