Fase 2, quando si potranno rivedere gli amici: l’ipotesi del Governo

Il Dpcm 26 aprile resta valido fino al 17 maggio e tutti ci chiediamo quando potremo rivedere i nostri amici. Una prima ipotesi già c'è

La Fase 2 (qui lo speciale QuiFinanza) è stata quella della prima convivenza con il virus e il ritorno ad alcune dimensioni di vita quotidiana. Il termine fissato dal Governo per le regole del Dpcm 26 aprile, come sappiamo, è il 17 maggio e ora c’è da capire come l’esecutivo guidato da Conte abbia intenzione di procedere.

Ipotesi amici

Secondo diverse indiscrezioni, al vaglio del Governo ci sarebbe l’ipotesi di eliminare, già da lunedì 18 maggio, il vincolo di incontro con i soli congiunti, e cioè i parenti fino al sesto grado, e dare la possibilità agli italiani di tornare a vedere gli amici, esclusi nell’ultimo Dpcm dalla nozione di “affetti stabili”.

La questione, spiegano fonti di governo, è ancora aperta, ma rispecchierebbe una prassi che, di fatto, moltissimi italiani hanno già ripreso, quella di rivedere gli amici appunto, pur rispettando tutte le dovute misure di sicurezza, come la distanza di almeno un metro e l’uso di mascherine.

Spostamenti anche tra Regioni?

La misura potrebbe arrivare proprio in concomitanza della riapertura di negozi, bar e ristoranti dal 18 maggio. Difficile immaginare al momento se ciò, per estensione, potrebbe significare abbattere i limiti agli spostamenti tra Regioni diverse oppure no.

Come ha spiegato il ministro Francesco Boccia, gli spostamenti tra una Regione e l’altra dovrebbero essere concessi dall’1 giugno, ma solo se saranno confermati i dati epidemiologici in miglioramento e le regioni rispetteranno i 21 standard fissati dal ministero della Salute. E in ogni caso, sarà concessa solo tra aree a basso rischio.

A disegnare il quadro che si prospetta più probabile è stato il governatore della Liguria, Giovanni Toti, intervistato da Radio24. Toti ha riassunto il contenuto della videoconferenza intercorsa ieri con il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia: “Sulla riapertura della mobilità interregionale il ministro Boccia ci ha detto ‘prendiamoci ancora una settimana prima di cominciare una valutazione’, certamente non riaprirà il 18 maggio, forse il 25 maggio, più probabile l’1 giugno”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fase 2, quando si potranno rivedere gli amici: l’ipotesi del Gov...