Esami di terza media 2021 al via: quali sono le date, cos’è l’elaborato

Le direttive del Miur per un esame in presenza ma al riparo dal rischio Covid

Come un po’ tutto l’anno scolastico, anche l’esame di terza media sarà atipico. Il Ministero dell’Istruzione ha inteso accorciare i tempi per lo svolgimento delle prove, senza tuttavia privare gli studenti di un momento segnante. L’esame si svolgerà quindi in presenza.

Il risultato è, come per lo scorso anno, una prova orale da tenersi per tutti gli alunni in meno di un mese: domani, 7 giugno, cominciano quindi gli esami del primo ciclo di scuola superiore, da terminarsi entro e non oltre la fine del mese.

In cosa consiste la prova orale e cos’è l’elaborato

La famigerata prova orale prende il via da un elaborato a cura dello studente, sviluppato sulla base di un argomento, quest’ultimo sì fornito dal Consiglio di classe. Domani è anche il termine per la consegna degli elaborati, che possono essere un testo scritto, una presentazione multimediale, un filmato, una produzione artistica o tecnico-pratica. Gli studenti non rischiano di presentare qualcosa di inadatto, perché gli elaborati sono stati sviluppati con il continuo supporto degli insegnanti durante il mese (l’argomento è stato assegnato agli alunni il 7 maggio) prima dell’inizio della prova finale.

Quali sono gli argomenti che verranno discussi all’esame

Lingue straniere, competenze logico matematiche e lingua italiana. Questi i contenuti del colloquio orale. Ma non solo. Si discuterà anche di educazione civica. La valutazione finale scaturisce dalla media, arrotondata all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5, tra il voto di ammissione e quello attribuito al colloquio. Il risultato dell’esame è espresso in decimi e la prova è intesa superata con un voto di almeno 6 su 10. Per la lode, invece, serve il via libera di tutta la commissione.

Naturalmente sarà un anno scandito da rigidi protocolli anti-contagio. Gli studenti dovranno indossare le mascherine e potranno portare con sé soltanto un accompagnatore, ad esempio uno due genitori. La misura naturalmente per evitare assembramenti, così come l’obbligo di lasciare l’istituto subito dopo il termine della prova, seguendo percorsi predisposti per l’occasione. Di 2 metri invece la distanza tra esaminando ed esaminatori.

Altre notizie sulle modalità di svolgimento delle prove al via lunedì 7 giugno, a questo indirizzo. Nel comparto dell’istruzione inoltre lo Stato punta ad assumere: ecco le novità sui concorsi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Esami di terza media 2021 al via: quali sono le date, cos’è l&#...