Come funzionano le elezioni amministrative 2021

Quasi tutte le Regioni votano negli stessi stessi giorni, ma non tutte. Quando e come si vota e come funziona l'elezione di sindaci e consigli comunali

Quando e come si vota alle elezioni amministrative 2021 per i nuovi sindaci italiani? Vediamo di spiegare bene come funziona questa tornata elettorale.

Elezioni amministrative 2021, tutte le date

Quasi tutte le Regioni votano negli stessi stessi giorni, ma non tutte. Dopo la Valle d’Aosta, che in quanto Regione Autonoma ha deciso di anticipare il voto a domenica 19 e lunedì 20 settembre, le elezioni amministrative comunali e circoscrizionali nei Comuni delle Regioni a statuto ordinario e nella Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia si svolgono nei giorni di domenica 3 (dalle 7 alle 23) e lunedì 4 ottobre 2021 (dalle 7 alle 15), con eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci nei giorni di domenica 17 e lunedì 18 ottobre 2021.

Attenzione ai cittadini calabresi, perché il 3 e 4 ottobre si svolgono anche le operazioni elettorali relative alle sezioni numeri 2, 44, 73 e 78 del Comune di Lamezia Terme, dopo che la sentenza del T.A.R. Calabria ha disposto l’annullamento e la rinnovazione delle operazioni elettorali del 2019 con conseguente annullamento della proclamazione degli eletti alla carica di sindaco e alle cariche di consiglieri comunali.

Nelle stesse date si svolgono anche le elezioni suppletive della Camera dei deputati rispettivamente nella XII circoscrizione Toscana (collegio uninominale 12 – Siena) e nella circoscrizione XV Lazio 1 (collegio uninominale 11 – Roma – Quartiere Primavalle).

Date diverse invece per Sardegna e Sicilia, dove si vota domenica 10 e lunedì 11 ottobre 2021, con eventuale turno di ballottaggio per l’elezione dei sindaci domenica 24 e lunedì 25 ottobre. Il 10 ottobre tocca anche al Trentino-Alto Adige, con eventuale turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco domenica 24 ottobre 2021.

Il 7 novembre si svolgono invece le elezioni amministrative straordinarie per i Comuni sciolti per mafia, con eventuale turno di ballottaggio il 21 novembre.

Elezioni amministrative 2021, dove si vota

Le consultazioni elettorali amministrative previste nelle giornate del 3 e 4 ottobre 2021 interesseranno 1.192 Comuni, di cui 1.154 nelle 15 Regioni a statuto ordinario e 38 nel Friuli Venezia Giulia, per un numero di elettori pari a 12.147.040, distribuiti su 14.505 sezioni.

In particolare, andranno al voto 19 capoluoghi di provincia, dei quali 6 anche capoluoghi di Regione: Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna e Trieste. I restanti 13 capoluoghi di provincia chiamati al rinnovo sono Benevento, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona e Varese.

Elezioni amministrative 2021, chi può votare

Possono votare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali del comune al voto che abbiano compiuto 18 anni entro il primo giorno della votazione del primo turno (3 ottobre 2021).

Possono votare anche i cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea residenti nel comune, purché presentino apposita istanza al sindaco entro il 40° giorno antecedente quello della votazione (24 agosto 2021), chiedendo l’iscrizione nella “lista elettorale aggiunta dei cittadini di altri Paesi dell’U.E.”.

Elezioni amministrative 2021, per cosa si vota

Con le elezioni amministrative si eleggono sindaco e consiglio comunale. Il comune è un ente autonomo con proprio statuto, poteri e funzioni. Sono organi di governo del comune:

  • il sindaco, eletto dal corpo elettorale del comune
  • il consiglio comunale: eletto dal corpo elettorale del comune, è un organo collegiale, con funzioni di indirizzo e di controllo politico amministrativo, composto da un numero di membri in base all’entità della popolazione comunale
  • la giunta comunale: ha funzioni esecutive ed è composta dal sindaco, che la presiede, e dagli assessori nominati dallo stesso sindaco.

Il numero degli assessori è stabilito dagli statuti comunali che nelle Regioni a statuto ordinario è determinato, per ciascun comune, in misura pari a un quarto del numero dei consiglieri del comune, con arrotondamento all’unità superiore, e comunque non superiore a 12.

Quanto dura in carica il sindaco

Il sindaco e il consiglio comunale sono eletti per 5 anni. Il sindaco è eletto a suffragio universale e diretto. La soglia di sbarramento al 1° turno è del 3%.

Chi ha ricoperto per due mandati consecutivi la carica di sindaco non è, allo scadere del secondo mandato, immediatamente rieleggibile alla stessa carica. È consentito un terzo mandato consecutivo se uno dei due mandati precedenti ha avuto durata inferiore a 2 anni, 6 mesi e 1 giorno, per causa diversa dalle dimissioni volontarie. Per i comuni con popolazione fino a 3mila abitanti il limite massimo è di 3 mandati.

Comuni con popolazione superiore a 15mila abitanti

Viene eletto sindaco il candidato che ha ottenuto la maggioranza assoluta di voti validi (50% + 1). Ciascun candidato alla carica di sindaco deve dichiarare, all’atto della presentazione della candidatura, il collegamento con una o più liste presentate per l’elezione del consiglio comunale.

Nel caso in cui nessun candidato a sindaco ottenga questo risultato, si procede ad un secondo turno di votazione (ballottaggio), da effettuarsi la seconda domenica successiva (il 17-18 ottobre 2021), tra i due candidati a sindaco che hanno ottenuto il maggiore numero di voti validi nel primo turno di votazione.

Per i candidati ammessi al ballottaggio rimangono fermi i collegamenti con le liste dichiarati al primo turno. Tuttavia, hanno la facoltà, entro 7 giorni dal primo turno di votazione (il 10 ottobre 2021), di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle che erano ad essi collegate nel 1o turno di votazione.

L’elezione dei consiglieri comunali è contestuale all’elezione del sindaco. Al ballottaggio è proclamato eletto sindaco il candidato che ottiene il maggiore numero di voti validi. In caso di parità di voti validi, è proclamato eletto sindaco il candidato appoggiato dalla lista o dal gruppo di liste più votati.

Ecco come vengono distribuiti i seggi:

  • 60% dei seggi alla lista o al gruppo di liste che hanno appoggiato il candidato sindaco eletto al primo turno di votazione, nel caso in cui abbiano ottenuto almeno il 40% dei voti validi e nessun’altra lista o gruppo di liste collegate abbia superato il 50% dei voti validi
  • 60% dei seggi nel caso di elezione del sindaco al turno di ballottaggio, sempre che nessun’altra lista o altro gruppo di liste, al primo turno, abbia superato il 50% dei voti validi.

Vale il voto disgiunto, cioè si può votare un candidato sindaco e contestualmente anche una lista che sostiene un candidato sindaco diverso o un candidato al consiglio comunale appartenente a una lista che sostiene un candidato sindaco diverso.

Comuni con popolazione fino a 15mila abitanti

Viene eletto sindaco il candidato che ha ricevuto il maggiore numero di voti validi. Alla lista che ha appoggiato il candidato sindaco eletto sono attribuiti i 2/3 dei seggi.

Non vale il voto disgiunto e non si va al ballottaggio, a meno che ci sia parità di voti validi tra due candidati a sindaco.

Elezioni amministrative 2021, come si vota

Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

L’elettore può:

  • votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste ad esso collegata:
    – tracciando un segno sul contrassegno di una lista; oppure
    – tracciando due segni: uno sul nominativo del candidato sindaco prescelto e l’altro sul contrassegno di una lista ad esso collegata (voto rafforzativo);
  • votare per un candidato alla carica di sindaco e per una lista ad esso NON collegata, tracciando due segni:
    – uno sul nominativo del candidato sindaco prescelto
    – l’altro sul contrassegno di una lista ad esso NON collegata (voto disgiunto);
  • votare solo per un candidato alla carica di sindaco, tracciando un segno sul nominativo del candidato sindaco prescelto, senza segnare alcun contrassegno di lista. In questo caso è esclusa ogni attribuzione di voto alla lista o alle liste collegate al candidato sindaco votato;
  • votare solo per uno o due candidati alla carica di consigliere comunale (cioè esprimere uno o due voti di preferenza purché riguardanti candidati di sesso diverso), segnando sull’apposita riga tracciata alla destra di ogni contrassegno i nominativi dei candidati a consigliere comunale appartenenti alla lista prescelta, senza apporre alcun segno di voto sul relativo contrassegno. In questo caso, è validamente votata anche la lista cui appartengono i candidati a consigliere preferiti nonché il candidato alla carica di sindaco collegato alla lista stessa, salvo che l’elettore si sia avvalso della facoltà di esprimere un voto disgiunto.

Elezione del Consiglio Circoscrizionale

L’elettore può:

  • votare per una lista di candidati, tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta
  • votare solo per un candidato o due (purché candidati di sesso diverso) alla carica di consigliere circoscrizionale, segnando sull’apposita riga tracciata a fianco di ogni contrassegno, il nominativo di un candidato consigliere della lista prescelta, senza apporre alcun segno di voto sul contrassegno al quale appartiene il candidato consigliere preferito.
    In questo caso, s’intende validamente votata anche la lista cui appartiene il candidato consigliere circoscrizionale preferito. L’elettore può manifestare uno o due voti di preferenza. La preferenza si esprime scrivendo il cognome del candidato consigliere prescelto (o prescelti purché i due candidati siano di sesso diverso).

Elezioni amministrative 2021, dove vedere i risultati

Dove si possono vedere i dati delle elezioni in tempo reale? Attraverso il sito web https://elezioni.interno.gov.it/ e attraverso l’app per dispositivi “Eligendo mobile”si possono vedere i dati relativi all’affluenza al voto e i risultati ufficiosi diffusi in tempo reale di tutte le consultazioni.

Per tutte le regole Covid durante il voto vi rimandiamo qui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come funzionano le elezioni amministrative 2021