Dpcm 7 agosto: i divieti e gli obblighi fino al 7 settembre. Le regole per discoteche e crociere

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm 7 agosto con cui vengono prorogate fino al 7 settembre 2020 le misure precauzionali minime per contrastare il Covid

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm 7 agosto con cui vengono prorogate fino al 7 settembre 2020 le misure precauzionali minime per contrastare e contenere il diffondersi del Coronavirus.

I divieti e gli obblighi

Restano come misure essenziali di prevenzione il divieto di assembramento, l’uso delle mascherine, il distanziamento di almeno un metro e il lavaggio delle mani.

Confermato anche il divieto di ingresso in Italia per chi proviene da questi 13 Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana.

Discoteche, fiere e congressi

Oltre a regole specifiche per sport e centri benessere, restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali simili, all’aperto o al chiuso.

Dal 1° settembre 2020 sono consentite le manifestazione fieristiche e i congressi, previa adozione di protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni e alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro.

Le Regioni e le Province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono comunque stabilire una diversa data di ripresa delle attività, nonché un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi.

>>> Scarica qui il Dpcm 7 agosto 2020 <<<

Crociere

Finalmente ecco il via libera anche alle crociere, ma con regole severissime, visti i recenti casi di positività al Covid sulle navi dei turisti.

In particolare, vige l’obbligo per il comandante, prima della partenza della nave, di presentare all’autorità marittima una specifica dichiarazione da cui si evincano: l’avvenuta predisposizione di tutte le misure necessarie al rispetto delle linee guida; i successivi porti di scalo ed il porto di fine crociera, con le relative date di arrivo/partenza; la nazionalità e la provenienza dei passeggeri imbarcati.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dpcm 7 agosto: i divieti e gli obblighi fino al 7 settembre. Le regole...