Dpcm 2 marzo, tutte le regole per gli spostamenti in zona rossa

Il premier Draghi ha firmato martedì 2 marzo il nuovo Dpcm che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio Covid, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile

Sulla base di quanto stabilito nel primo Dpcm Draghi del 2 marzo, fino al 27 marzo sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse Regioni o Province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza.

Per quanto Draghi e la sua squadra di Governo abbia adottato una linea di sostanziale continuità rispetto al governo Conte, mantenendo l’impianto delle Regioni a colori e buona parte delle regole già in vigore, con però novità importanti sulla scuola con nuove chiusure, il nuovo Dpcm 2 marzo fissa alcune nuove regole più restrittive.

Draghi ha anche stabilito la costituzione di un tavolo di confronto presso il Ministero della Salute, con componenti in rappresentanza dell’Istituto Superiore di Sanità, delle Regioni e delle Province autonome, del Ministro per gli affari regionali e le autonomie e del Comitato Tecnico Scientifico, con il compito di procedere all’eventuale revisione o aggiornamento dei parametri per la valutazione del rischio epidemiologico, in considerazione anche delle nuove varianti che si stanno largamente diffondendo: nel Paese, ormai, la variante inglese è prevalente.

>>> Scarica qui il Dpcm 2 marzo 2021 in pdf e qui gli allegati <<<

Le regole sugli spostamenti in zona rossa

Quando e come ci si può spostare in zona rossa?

  • vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori in zona rossa e anche all’interno degli stessi territori
    restano consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute
  • consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza
  • sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza a scuola nei limiti in cui sia consentita
  • il transito sui territori in zona rossa è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi di eccezione in cui siano consentiti gli spostamenti

Attività sportive e motorie in zona rossa

  • sono sospese anche se svolte nei centri sportivi all’aperto
  • sospesi anche tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva
  • consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno 1 metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina
  • consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale.

Per tutte le regole in zona rossa, dalla scuola alle attività commerciali, vi rimandiamo qui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dpcm 2 marzo, tutte le regole per gli spostamenti in zona rossa