Dpcm 14 gennaio 2021, le regole per sport, attività motoria e sci

Le nuove regole sono in vigore da sabato 16 gennaio fino al 5 marzo 2021. Ecco le novità riguardo a sport, attività motoria e sci

Con il nuovo Dpcm 14 gennaio 2021, che segue il decreto-legge 14 gennaio, n. 2, il Governo ha stabilito il rinnovo e il potenziamento delle misure restrittive per il contenimento del contagio da Covid-19 nel nostro Paese.

Le nuove regole sono in vigore da sabato 16 gennaio in sostituzione di quelle del Dpcm 3 dicembre 2020 ed efficaci fino al 5 marzo 2021. Ecco le regole riguardo a sport, attività motoria e sci.

Dpcm 14 gennaio 2021, sport e attività motoria

In merito all’attività motoria e sportiva, è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti.

L’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

Vietato l’uso di spogliatoi interni ai circoli. Sono consentite le attività dei centri di riabilitazione, nonché quelle dei centri di addestramento e delle strutture dedicate esclusivamente al mantenimento dell’efficienza operativa in uso al Comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso pubblico, che si svolgono nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti.

Lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso. Idem l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale.

>>> Scarica qui il Dpcm 14 gennaio 2021 in Gazzetta Ufficiale e qui gli allegati <<<

Dpcm 14 gennaio 2021, gare e allenamenti

Sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni, di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP), riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico.

Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni e muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e Enti di promozione sportiva.

L’ingresso nel territorio nazionale di atleti, tecnici, giudici, commissari di gara e accompagnatori, rappresentanti della stampa estera che hanno soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti in Stati e territori di cui agli elenchi C, D ed E dell’allegato 20 del Dpcm, è consentito solo se nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale ci si è sottoposti ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo.

Dpcm 14 gennaio 2021, sci e impianti

Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici.

Questi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento di tali competizioni, nonché per lo svolgimento delle prove di abilitazione all’esercizio della professione di maestro di sci.

A partire dal 15 febbraio 2021, gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico-scientifico, rivolte a evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dpcm 14 gennaio 2021, le regole per sport, attività motoria e sci