Dpcm 12 ottobre, arriva una nuova stretta: stop al calcetto e alle feste private

Ogni giorno che passa, le misure anti-Covid del prossimo decreto si fanno sempre più stringenti

AGGIORNAMENTO: Il nuovo Dpcm è stato firmato dal premier Conte e dal ministro della Salute Speranza nella notte tra il 12 e il 13 ottobre. Vi rimandiamo qui per la guida completa alle regole in vigore per i prossimi 30 giorni.

Una sorta di rincorsa senza fine. Con il numero di contagi che continua a crescere a ritmi sempre più sostenuti, il Governo è costretto a rivedere giorno dopo giorno le misure restrittive che dovrebbero essere incluse nel prossimo DPCM. E, a ogni nuova revisione, viene aggiunta una nuova restrizione “alla movida”. Non solo: secondo le ultime indiscrezioni, il decreto dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri già nella giornata di domani, anticipando la data di uscita “preventivata” di un paio di giorni.

Dpcm 12 ottobre, nuove restrizioni: stop al calcetto e alle feste private

Stando alle ultime indiscrezioni in arrivo da Palazzo Chigi, la discussione tra le varie anime del Governo è stata piuttosto accesa, ma alla fine ha prevalso la linea dura voluta dal ministro della Salute Roberto Speranza. Per tentare di limitare la diffusione del SARS-CoV-2, il Governo vorrebbe nuovamente stoppare gli sport di contatto a livello amatoriale. Niente più partite di calcetto, basket e pallavolo, dunque, anche se la lista delle attività vietate è ancora in fase di elaborazione.

Il DPCM 12 ottobre dovrebbe prevedere anche una nuova stretta alle feste private. Al momento sembra essere confermato il limite di 30 persone invitate a matrimoni, battesimi, compleanni e feste di ogni altro genere. Nei giorni passati si era parlato anche di un limite di 10 partecipanti alle feste in casa, ma non è dato sapere se la misura verrà inclusa nel prossimo provvedimento.

Dpcm 12 ottobre, stretta sulla movida

I divieti agli sport di contatto amatoriali e alle feste private non saranno gli unici presenti nel Dpcm in fase di definizione. Nel testo, infatti, dovrebbero essere presenti alcune misure rivolte ai locali pubblici che somministrano cibi e bevande. Oltre al divieto di sostare in piedi davanti bar e ristoranti, l’Esecutivo vorrebbe imporre lo stop alla vendita di alcolici da asporto a partire dalle 21 e la chiusura dei locali alle 24, così da provare a limitare gli assembramenti legati alla cosiddetta “movida”.

Dpcm 12 ottobre, la tabella di marcia

L’iter, però, non pare essere dei più semplici. Le misure pensate dal Governo dovranno prima essere analizzate e validate dal Comitato Tecnico Scientifico (che dovrebbe esprimere il proprio parere già nella giornata di oggi) e poi portate sul tavolo della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. E qui è prevedibile un duro confronto, con diverse amministrazioni locali che proveranno ad addolcire le misure proposte dal Governo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dpcm 12 ottobre, arriva una nuova stretta: stop al calcetto e alle fes...