Dpcm 11 giugno: riaprono le aree gioco per bambini, le regole dal 15 giugno

Nel decreto firmato dal premier Conte anche la riapertura delle aree gioco all'interno di parchi e strutture dedicate ai bambini. Ecco le regole da rispettare

Dal 15 giugno partono i centri estivi per i bambini e finalmente riaprono le aree gioco all’interno di parchi, ville e strutture varie.

In seguito all’approvazione del Dpcm 11 giugno (qui trovate una sintesi con le principali misure e il pdf integrale da scaricare), emanato dal Governo Conte, i bambini possono quindi tornare ad utilizzare scivoli, altalene e tutti i giochi presenti nelle aree pubbliche e private, comprese quelle all’interno di strutture ricettive e commerciali.

Va precisato, tuttavia, che ogni regione è a sé, quindi potrebbe esserci anticipi o ritardi a seconda delle diverse situazioni epidemiologiche legate all’emergenza sanitaria Covid negli specifici territori.

Le regole nei parco giochi

Ecco le regole previste nel decreto per i parchi gioco:

  • Predisporre per genitori, bambini, accompagnatori ed eventuale personale una adeguata informazione su tutte le misure di prevenzione da adottare. Prevedere segnaletica idonea ai più piccoli, comprensibile anche ad utenti stranieri, in particolar modo per aree a vocazione turistica.
  • Invitare il personale e i genitori all’auto-monitoraggio delle condizioni di salute proprie e del proprio nucleo familiare, ed informarli circa i comportamenti da adottare in caso di comparsa di sintomi sospetti per COVID-19.
  • Per bambini e ragazzi devono essere promosse le misure igienico-comportamentali con modalità anche ludiche, compatibilmente con l’età e con il loro grado di autonomia e consapevolezza.
  • Riorganizzare gli spazi e la dislocazione delle apparecchiature, per garantire l’accesso in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che, in base alle disposizioni vigenti, non siano soggette al distanziamento interpersonale. In caso di presenza di minori che necessitano di accompagnamento consentire l’accesso a un solo accompagnatore per bambino. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.
  • La mascherina deve essere utilizzata da genitori, accompagnatori ed eventuale personale, e dai bambini e ragazzi sopra i 6 anni di età. Privilegiare mascherine colorate e/o con stampe.
  • Mettere a disposizione idonei dispenser di prodotti igienizzanti per la frequente igiene delle mani in tutti gli ambienti, in particolare nei punti di ingresso e di uscita. Questa misura non è obbligatoria per le aree gioco presenti nei parchi pubblici.
  • Garantire una approfondita pulizia delle aree e delle attrezzature, preferibilmente giornaliera o con una frequenza adeguata rispetto all’intensità di utilizzo. Qualora non sia possibile una adeguata pulizia delle attrezzature, non ne potrà essere consentito l’utilizzo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dpcm 11 giugno: riaprono le aree gioco per bambini, le regole dal 15 g...