Covid e denti, quale legame: la scoperta

Secondo uno studio, l’accumulo della placca e l'infiammazione parodontale potrebbero intensificare il rischio che il virus raggiunga i polmoni e provochi un’infezione più acuta

Per contenere il contagio e frenare il Covid occorrono mascherina, distanziamento sociale, ma anche pulizia dei denti. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Oral Medicine & Dental Research, condotto dai ricercatori dell’Università di Birmingham, del Salisbury District Hospital e del Mouth-Body Research Institute, c’è un legame tra l’igiene orale e l’andamento della malattia che ha sorpreso il mondo ormai da oltre un anno.

Covid, la pulizia dei denti può aiutare a prevenire il contagio: lo studio

Gli scienziati hanno sottolineato come il coronavirus sia in grado di raggiungere i polmoni dalla saliva, spostandosi quindi dalla bocca al sangue, soprattutto in chi soffre di malattie gengivali, come ad esempio la parodontite. Il rischio, per loro, è di sviluppare una sintomatologia acuta. Gli italiani che ne soffrono, per esempio, rappresentano circa il 60% secondo il Ministero della Sanità: vale a dire circa 36 milioni di persone.

Secondo gli esperti basterebbero semplici accorgimenti per migliorare l’igiene e ridurre il rischio di trasmissione del virus. Anche perché il gruppo di ricerca ha riscontrato come alcune sostanze presenti nei collutori siano in grado di inattivare efficacemente SARS-CoV-2.

Covid, come pulirsi bene i denti per evitare lo sviluppo di casi gravi

Lo studio afferma che le malattie gengivali rendono le gengive stesse più permeabili e suscettibili all’ingresso di microrganismi nel sangue. Secondo gli esperti, l’uso di collutori specifici e del filo interdentale, insieme agli sciacqui con acqua e sale, potrebbero ridurre il rischio di formazione della placca e di infiammazione gengivale.

Si tratta di accorgimenti che potrebbero diminuire, tra l’altro, anche la concentrazione del virus nella saliva, mitigando lo sviluppo di malattie polmonari. A detta dei ricercatori, comunque, saranno necessari altri studi per indagare sulla connessione tra igiene orale e sintomatologia acuta del Covid. I batteri, infatti, possono entrare nel flusso sanguigno e quindi attaccare il resto del corpo.

A prescindere dal Covid, una scarsa igiene orale può portare a diversi problemi, compresi quelli legati al cuore. Uno studio condotto presso l’Università di Seul e pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology nel 2019, per esempio, ha assunto che lavare i denti frequentemente, anche tre volte al giorno, potrebbe ridurre il rischio di fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid e denti, quale legame: la scoperta