Decreto riaperture, beffa per i centri commerciali: la decisione di Draghi sui weekend

Nella versione definitiva del decreto riaperture scompare il riferimento alla riapertura dei centri commerciali e strutture analoghe nei fine settimana

No, i centri commerciali non riaprono dal 15 maggio. Le attività inserite nei parchi commerciali restano ancora chiuse nei weekend, anche in zona gialla.

Nella versione definitiva del decreto riaperture, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, è infatti scomparso il riferimento alla riapertura dei centri commerciali e strutture analoghe nei fine settimana che sembrava aver trovato spazio nelle bozze circolate nei giorni scorsi.

L’attacco di Federdistribuzione

“Una scelta inaspettata e senza alcuna spiegazione” attacca il presidente di Federdistribuzione Alberto Frausin. “Prendiamo atto che la riapertura dei centri commerciali durante il fine settimana è stata cancellata, senza alcuna spiegazione”.

E dire che i centri commerciali, sottolinea Frausin, hanno preso tutte le misure per garantire la sicurezza contro il Covid. “I centri commerciali, così come i parchi commerciali che hanno punti vendita separati da aree all’aperto, sono luoghi sicuri. Sin dall’inizio dell’emergenza, le attività commerciali hanno adottato con efficacia tutte le misure di sicurezza necessarie, mettendo in atto in tempi rapidi protocolli operativi molto stringenti, volti a prevenire i rischi di contagio, a tutela di clienti, collaboratori e fornitori”.

I protocolli previsti consentirebbero, dunque, di gestire in sicurezza l’apertura anche durante i weekend, garantendo la gestione degli accessi, dei flussi e della sicurezza dei clienti. “Non possiamo accettare che le aziende del commercio, che hanno sempre risposto con responsabilità durante tutte le fasi dell’emergenza pandemica, non abbiano una prospettiva certa sulla data di riapertura dei punti vendita, a differenza di tutti gli altri settori”.

Centri commerciali, a quanto ammontano le perdite

Le chiusure dei centri commerciali e di tutti i negozi al loro interno, nei mesi cruciali dello shopping natalizio di novembre e dicembre scorso nelle zone rosse e in tutti i giorni festivi e prefestivi di dicembre, hanno comportato perdite di fatturato enormi, quantificabili in circa 15 miliardi di euro.

Cifre inimmaginabili prima del Covid, che fotografano la realtà di un settore duramente piegato dalla crisi. “Occorre superare questa situazione” continua Federdistribuzione, che chiede che la riapertura dei centri commerciali e dei parchi commerciali durante i fine settimana ritorni nell’agenda di Governo al più presto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Decreto riaperture, beffa per i centri commerciali: la decisione di Dr...