Decreto Covid, addio zona gialla: le Regioni che cambiano colore da lunedì 15 marzo

Le varianti corrono, l’epidemia di Coronavirus è in espansione in quasi tutta Italia. Il Governo Draghi fissa la stretta per Pasqua e elimina la zona gialla

AGGIORNAMENTO: Il ministro Speranza ha firmato le nuove ordinanze per i cambi colore delle Regioni, che entrano in vigore a partire da lunedì 15 marzo. Vi rimandiamo qui per tutti i dettagli.

Le varianti corrono veloci, l’epidemia di Coronavirus “è in espansione”. L’Rt nazionale, secondo quanto riportato nell’ultimo monitoraggio dell’Iss, sale a 1.16. Nella settimana dall’1 al 7 marzo si continua a osservare un’importante accelerazione nell’aumento dell’incidenza dei casi di Covid in Italia rispetto alla settimana precedente: 225,64 per 100mila abitanti, contro i 194,87 di settimana scorsa.

Epidemia Covid in peggioramento

Mentre ci attende un fine mese difficile, con il picco atteso della terza ondata, nonostante forti variazioni inter-regionali il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è complessivamente in aumento e sopra la soglia critica del 30%: si attesta infatti al 31%, contro il 26% della scorsa settimana. In aumento anche il numero di persone ricoverate in aree mediche, che passano da 19.570 a 22.393.

Il quadro delineato dalla Cabina di regia Iss-Ministero della Salute fissa chiaramente una situazione in peggioramento. Intanto, proprio nel giorno del caos sul vaccino AstraZeneca che potrebbe causare rallentamenti al piano vaccinale, il Governo ha varato il nuovo decreto che stabilisce la zona rossa per tutto il Paese a Pasqua, dal 3 al 5 aprile, e il passaggio in automatico, dal 15 marzo, delle zone gialle in arancioni.

A Pasqua zona rossa “soft”

La zona rossa a Pasqua, però, sarà “soft”. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni i cui territori si collochino eventualmente in zona bianca, scatta ovunque il lockdown ma con la stessa eccezione già prevista a Natale.

Viene infatti consentito, in ambito regionale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le 5 e le 22, e nei limiti di 2 persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

I colori delle Regioni al 12 marzo

Guardando ai colori delle Regioni, in base alle ultime ordinanze del Ministero della Salute Roberto Speranza del 5 marzo 2021 e del 27 febbraio 2021, l’Italia è così divisa:

  • zona bianca: Sardegna;
  • zona gialla: Calabria, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta;
  • zona arancione: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria, Veneto;
  • zona rossa: Basilicata, Campania, Molise.

I cambi colore delle Regioni da lunedì 15 marzo

Da lunedì 15 marzo, a quanto si apprende, l’Italia potrebbe avere questi colori: 12 Regioni/Province autonome potrebbero finire in zona rossa e 8 in zona arancione. La Sardegna dovrebbe rimanere in zona bianca.

Regioni che rischiano la zona rossa:

  • Basilicata
  • Campania
  • Emilia Romagna
  • Friuli Venezia Giulia
  • Lazio
  • Lombardia
  • Marche
  • Piemonte
  • Provincia autonoma di Bolzano
  • Provincia autonoma di Trento
  • Toscana
  • Veneto.

Regioni che rischiano la zona arancione:

  • Abruzzo
  • Calabria
  • Liguria
  • Molise
  • Puglia
  • Sicilia
  • Umbria
  • Valle d’Aosta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Decreto Covid, addio zona gialla: le Regioni che cambiano colore da lu...