Covid, cambia il prezzo dei tamponi: quanto dovrebbero costare

Il generale Francesco Paolo Figliuolo ha proposto alle Regioni una notevole riduzione del prezzo dei tamponi: quanto potrebbero costare

Il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ha rivelato dettagli importanti relativi a una proposta del Commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, formulata ai territori. Il governatore del Friuli Venezia Giulia, infatti, ha parlato di “riduzione importante del costo del tampone”. Ma quanto costeranno i test rapidi?

Covid, cambia il prezzo dei tamponi: quanto costano oggi

Attualmente i prezzi dei tamponi variano da regione a regione. In alcune, per esempio, vige un accordo tra amministrazioni e farmacie. La regione meno cara in cui sottoporsi a un test rapido è l’Emilia-Romagna, 15 euro. Si sale a 20 euro in Puglia, Abruzzo e Marche: due euro in meno rispetto a quanto occorre spendere in Campania, Toscana e Lazio.

In Piemonte un test rapido viene somministrato per 25 euro, si sale a 26 euro in Veneto e Friuli Venezia Giulia. La forbice della Liguria varia dai 20 euro ai 35 euro, quest’ultima è la cifra che invece occorre spendere se si vuole un tampone in Valle d’Aosta.

In tutte le altre regioni, quindi Lombardia, Trentino Alto Adige, Umbria, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, vige il libero mercato. A Milano, per esempio, si va da un minimo di 20 euro e si arriva anche oltre i 40 euro in alcune farmacie.

Covid, cambia il costo del tampone: i nuovi prezzi

Il Commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, ha però presentato alla Conferenza delle Regioni un protocollo che ha l’obiettivo di “andare verso una riduzione importante del costo del tampone” rapido, ha detto Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia, ai microfoni di SkyTg24.

Stando alle dichiarazioni del presidente è stato proposto “all’incirca un dimezzamento“. Per alcune categorie, come ad esempio i minori, si ridurrà ancora maggiormente il prezzo, grazie a “un contributo dello Stato“.

C’è poi chi si sta attrezzando per offrire tamponi totalmente gratuiti. È il caso di uno parchi divertimento più famosi in Italia, Mirabilandia: dal 6 agosto, infatti, sarà necessario il green pass per accedere alla struttura. Per venire incontro alle esigenze dei visitatori ‘last minute’ sarà predisposta un’area dove sottoporsi al tampone rapido gratuitamente.

Mirabilandia ha fatto sapere che, ogni giorno, sarà presente un team sanitario dedicato che, in base all’ordine di arrivo, farà compilare la necessaria documentazione per accedere al tampone.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, cambia il prezzo dei tamponi: quanto dovrebbero costare