Covid, nuova ordinanza di Solinas: cosa serve per entrare in Sardegna

Il governatore ha deciso di prorogare i test di ingresso nell'Isola previsti dall'attuale norma regionale fino al 23 ottobre. La precedente era stata sospesa dal Tar

Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, ha firmato la nuova ordinanza per limitare la diffusione del coronavirus nell’isola. La misura, di fatto, ricalca quella adottata l’11 settembre scorso, in scadenza il 7 ottobre. Con il nuovo documento, il governatore ha esteso gli obblighi previsti fino a venerdì 23 ottobre. Di fatto, Solinas ha confermato l’obbligo dei test per chi entra in Sardegna.

Sardegna, nuova ordinanza di Solinas: scontro col Tar

Il governo aveva già impugnato l’ordinanza in scadenza il 7 ottobre, opponendosi ai test obbligatori per i passeggeri in entrata nell’Isola. Il Tar della Sardegna ha già sospeso l’efficacia della parte oggetto del ricorso per violazione dell’articolo 16 della Costituzione sulla libera circolazione delle persone e proprio il 7 ottobre si riunirà in Camera di Consiglio per decidere sulla posizione di Salinas.

Nell’attesa, il governatore sardo ha maturato la decisione di prorogare le misure scelte con l’ordinanza numero 46 che prevede, infatti, test obbligatori per chi arriva in Sardegna fino al 23 ottobre. Con la proroga, Solinas ha dimostrato di non voler fare alcun passo indietro su delle norme che il governo ha giudicato anticostituzionali perché in violazione dell’articolo 16 della Costituzione, dedicato alla libera circolazione delle persone sul territorio nazionale.

Sardegna, perché Solinas ha prorogato l’ordinanza

Nella nuova ordinanza firmata da Christian Solinas, il governatore ha spiegato che si è resa necessaria a causa “dell’aumento dei contagi nelle ultime due settimane e delle difficoltà in cui si troverebbe il sistema sanitario dell’isola nel caso in cui non venissero attuate misure di contenimento e controlli agli sbarchi.

Confermato, quindi, l’obbligo dell’uso delle mascherine anche all’aperto nei luoghi in cui possano formarsi assembramenti, come d’altronde previsto dall’imminente Dpcm che sarà approvato a breve dal governo Conte. Comunque, già nell’ordinanza in scadenza Solinas aveva previsto l’uso h24 delle mascherine, anche se solo nei luoghi dove era impossibile mantenere la distanza di un metro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, nuova ordinanza di Solinas: cosa serve per entrare in Sardegna