Covid, si trasmette attraverso gli occhi? Nelle lacrime di un bambino italiano il primo caso

Covid: si trasmette attraverso gli occhi? Il caso del bambino di Pavia: presenza del virus nelle lacrime

Il “primo caso di identificazione di Sars-CoV-2 in un campione oculare di paziente pediatrico” è stato scoperto a seguito di uno studio condotto da clinici e ricercatori della Fondazione Irccs. Come annunciato dal Policlinico San Matteo di Pavia, presto i risultati saranno pubblicati sull’European Journal of Ophthalmology e faranno luce su quella che è stata classificata come la prima infezione da Covid trovata nelle lacrime di un bambino. 

Covid, virus rilevato nelle lacrime di un bambino

Lo studio condotto dalla Fondazione Irccs è iniziato quando alla Clinica pediatrica dell’ospedale di Pavia è stato portato un ragazzino di 11 anni che, a seguito di esposizione al virus, era stato sottoposto ad una serie di accertamenti. Nello specifico, un membro della sua famiglia era risultato positivo al Covid.

“A prima visita il paziente era asintomatico, senza tosse, febbre, stanchezza, mal di gola o diarrea, e non era presente alcun segno di infezione del tratto respiratorio”, ha spiegato ad Adnkronos Gianluigi Marseglia, direttore Uoc Pediatria del San Matteo. In un secondo momento però le analisi del sangue hanno mostrato un “leggero aumento dei valori delle transaminasi e l’esame ecografico del polmone indicava una lieve irregolarità pleurica, associata a interstiziopatia di grado lieve”.

Per questo motivo i medici hanno deciso di sottoporre il paziente ad un tampone naso-faringeo, che ha confermato la positività al Covid. Una volta ricoverato l’undicenne ha iniziato a lamentare sintomi oculari lievi come bruciore e lacrimazione, che hanno spinto i medici a chiedere una visita oculistica.

È questo punto che il risultato ha dimostrato la presenza del virus nelle lacrime del paziente. “Non sono stati trovati segni di congiuntivite o cheratite, ma è stato raccolto anche un tampone congiuntivale, risultato anch’esso positivo”, ha spiegato in una nota il Policlinico.

Covid, si trasmette attraverso gli occhi?

Una volta resi noti i risultati dello studio, medici e ricercatori del San Matteo hanno tirato in ballo anche altri casi simili, affermando che tra il 26 marzo e il 1 maggio 2020 sono stati valutati 8 casi con un tampone congiuntivale per indicazione clinica. Di questi casi di Sars-CoV-2 identificati con i tamponi nasali, solo un campione congiuntivale è risultato positivo.

“Le manifestazioni oculari nel paziente ricoverato in Pediatria sembrano essere più lievi che negli adulti – hanno specificato dal Policlinico pavese – come osservato in un gruppo di 27 pazienti pediatrici con infezione da Covid-19 e manifestazioni oculari al ricovero. Per quanto a nostra conoscenza, questo è il primo rapporto sull’identificazione di Sars-CoV-2 in campioni oculari in un paziente pediatrico con sintomi, ma senza segni di coinvolgimento oculare”.

Ma quindi il Covid si può trasmettere anche attraverso gli occhi? Nella nota dell’ospedale, a tal proposito, è stato chiarito che: “Nonostante la trasmissione attraverso le lacrime sia teoricamente possibile, non è ancora chiaro se questa possa essere considerata una via importante per la diffusione del Covid-19″.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, si trasmette attraverso gli occhi? Nelle lacrime di un bambino ...