Covid, una Regione conta di raggiungere a breve l’immunità di comunità

Alla luce degli ultimi dati sulla campagna vaccinale nella regione, la Lombardia conta di raggiungere l'immunità di gregge a breve

Mentre la variante Delta del coronavirus fa registrare un’inversione di tendenza nella curva dei contagi in tutta Italia, una Regione dichiara di poter raggiungere entro poco tempo l’immunità di comunità. La Lombardia ha annunciato, infatti, tra dopodomani e mercoledì 21 luglio di arrivare a una quota di prenotazioni sufficienti a garantire una copertura vaccinale del 70% della popolazione sul territorio.

Immunità di comunità a breve: i dati della Lombardia

Si tratterebbe di 7 milioni sui circa 10 milioni di residenti in Lombardia, che costituirebbe il livello minimo per cominciare a parlare di immunità di gregge sul territorio. Secondo i dati aggiornati al 16 luglio le adesioni alla campagna vaccinale sono arrivate a 6.929.818 e la Direzione generale Welfare stima che per raggiungere il traguardo, al ritmo di circa 15mila prenotati al giorno, occorrono dai 4 ai 5 giorni.

Arrivare alla soglia dell’immunità di comunità significherebbe offrire una certa protezione dal coronavirus anche a coloro che non sono ancora vaccinati, grazie alla parte di popolazione già immunizzata, che fermerebbe la corsa dei contagi.

L’ultimo monitoraggio dell’Iss ha però classificato 19 regioni a rischio moderato, tra le quali anche la Lombardia che nell’ultima settimana ha registrato un aumento dell’incidenza fino a 22 casi su 100mila abitanti.

Con la sempre più alta circolazione della variante Delta in Italia, a causa della maggiore trasmissibilità, anche rispetto alla Alfa già molto contagiosa, la quota minima per ottenere l’immunità di gregge si è inevitabilmente alzata e il 70% potrebbe non essere più sufficiente.

Immunità di comunità a breve: la copertura vaccinale in Lombardia

Come spiegato dalla vicepresidente e assessore al Welfare della Regione, Letizia Moratti, dagli ultimi dati, “sono 4.554.741 i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale, il 96% degli aderenti ha ricevuto almeno una dose di vaccino, il 65,7% ha la copertura completa”.

Rispetto alla popolazione totale, secondo i numeri elaborati al Politecnico di Milano, il 64,4% dei residenti in Lombardia ha ricevuto la prima dose, ponendo la regione in testa nella classifica di copertura della popolazione con una somministrazione.

Analizzando la platea dei vaccinabili dai 12 anni in su il 74% ha ricevuto una sola iniezione mentre il 51% dei cittadini ha ricevuto anche il richiamo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, una Regione conta di raggiungere a breve l’immunità di c...