Covid, dati in rapida crescita: 5 regioni a rischio lockdown

Dal report settimanale del ministero e dell'ISS emerge una situazione in rapido peggioramento

La curva dei contagi in Italia sta crescendo piuttosto rapidamente, negli ultimi giorni. Di focolai e cluster se ne contano ormai a centinaia lungo tutto lo Stivale e molti hanno il timore che presto si debba tornare a una quarantena generalizzata. In questo scenario, però, 5 regioni preoccupano molto più delle altre 15. Stando al report settimanale stilato dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità, infatti, l’indice di contagio ha raggiunto livelli così elevati che non è più possibile escludere delle quarantene locali.

5 regioni a rischio lockdown: i dati del ministero e dell’ISS

Dal report diffuso come ogni settimana dal ministero della Salute e dall’ISS emerge che, a eccezione della Provincia autonoma di Bolzano, tutte le altre Regioni e Province hanno superato la soglia di attenzione e sono considerate a rischio “moderato”.. “Per la prima volta – si legge nella relazione che accompagna i dati – si segnalano elementi di criticità significativa relativi alla diffusione del virus nel nostro Paese”.

E non c’è da stupirsi che le autorità sanitarie siano così preoccupate: nel report della scorsa settimana, infatti, la metà delle Regioni aveva un livello basso. La situazione, dunque, è rapidamente peggiorata e, cosa tutt’altro che da sottovalutare, i dati sono riferiti alla settimana dal 27 settembre al 4 ottobre. Dunque, non sono tenuti in considerazione i dati della rapida escalation cui stiamo assistendo in questi giorni.

Dall’analisi, comunque, emerge che le cinque regioni a destare maggiori preoccupazioni sono Lombardia, Campania, Piemonte, Sicilia e Basilicata, dove l’indice Rt dei contagi è pericolosamente sopra l’1%. Nelle prime quattro, poi, l’indice ha superato la soglia dell1,25%, che fa da “limite” tra rischio moderato e rischio alto.

5 regioni a rischio lockdown: le misure del Governo e delle Giunte regionali

Alla luce di questi dati, dunque, si rafforza sempre più l’ipotesi che il Governo – ma anche le autorità locali – possano presto imporre dei lockdown su base comunale o addirittura provinciale. Una misura già adottata dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che ha emanato un’ordinanza con misure restrittive per la provincia di Latina. Una strada che potrebbe ben presto essere seguita anche da altri Presidenti di Regione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, dati in rapida crescita: 5 regioni a rischio lockdown