Covid, la curva dei contagi scende troppo lentamente: le Regioni che stanno peggio

Si continua a morire tantissimo soprattutto al Nord, con questi numeri la terza ondata rischia di arrivare molto presto

L’ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute, relativo ai nuovi contagi da coronavirus, conferma la tendenza delle ultime tre settimane: una discesa costante, ma incapace di dare un’accelerata alla curva. A trainare il calo sono principalmente la Lombardia, il Piemonte e la Toscana, mentre il Veneto ormai da giorni è primo nella classifica dei nuovi casi giornalieri.

Covid, posti letto liberati più lentamente

Gli esperti sottolineato come la lentezza della discesa della curva sia ancora più evidente nei reparti degli ospedali. Il picco si è toccato il 23 novembre e ci sono voluti circa 21 giorni per registrare un calo dei posti letto occupati del 20%, passando da 35 mila a 28 mila.

Purtroppo il calo dei ricoveri è molto più lento rispetto alla prima ondata, specificatamente se raffrontato con il mese di aprile: dopo il picco di marzo, tre settimane dopo i ricoveri erano scesi di oltre il 35%. Per quel che riguarda le terapie intensive, il calo attuale è del -20% in 19 giorni. Praticamente la metà di quello registrato nella prima ondata.

Ultimamente sono calati anche i tamponi: 162.880 martedì 15 dicembre, circa 60 mila in meno rispetto ai quasi 220 mila tamponi quotidiani medi del picco.

Covid, il dramma delle morti: le Regioni che stanno peggio

Riguardo ai decessi medi giornalieri, il picco sembra essere alle spalle (3 dicembre, 993), ma per la settima volta nella seconda ondata, le vittime sono oltre 800 (ultimo dato 846). Non era mai successo nella prima.

Il Veneto è primo da giorni nella classifica dei nuovi contagi (oltre 3 mila), ma il 15 dicembre ha segnato anche il suo dato più drammatico della seconda ondata: 165 nuovi decessi, superato il picco di 148 del 10 dicembre.

Dopo il Veneto il maggior numero di morti del 15 dicembre si trova in Lombardia (114), Lazio (83), Piemonte (77) ed EmiliaRomagna (74). Praticamente le stesse in cui si registrano più contagi giornalieri, seguite da Puglia e Sicilia. Tra l’altro la Puglia, insieme a Veneto e Lombardia, è nei primi posti per quel che riguarda i nuovi ingressi in terapia intensiva.

Per quel che riguarda invece le Regioni che scendono più lentamente in termini di contagi, a livello di media, oltre al Veneto ci sono Friuli, Marche, Liguria ed Emilia-Romagna.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, la curva dei contagi scende troppo lentamente: le Regioni che s...